Foto: web

Australia: si spegne a 73 anni la leggenda Olivia Newton-John

Si è spenta ieri 8 agosto, all’età di 73 anni Olivia Newton-John. La cantante ed attrice anglo-australiana celebre per il ruolo di Sandy in “Grease” ha partecipato anche ad Eurovision.

Il marito John Easterling ha mandato alle agenzie un messaggio indicando che la Newton-John è morta nel suo ranch in California dopo una lunga battaglia con un tumore.

Olivia è stata un esempio di successi e speranza avendo condiviso il suo percorso con un il tumore al seno negli ultimi 30 anni. Chiediamo che si rispetti la volontà della famiglia nel mantenere questo momento nella sfera privata.

Olivia Newton-John nasce da una famiglia di accademici in quel di Cambridge il 26 settembre 1948, ma da bambina segue la famiglia a Melbourne. Frequenterà le scuole in Australia e inizierà li a muovere i primi passi nel mondo dello spettacolo.

I primi successi però arriveranno nel Regno Unito sul finire degli anni ’60. E proprio la sua presenza britannica le frutterà il compito di rappresentare il paese all’Eurovision Song Contest 1974 organizzato a Brighton.


In modo inaspettato sarà lei a mettere un piede australiano sul palco di Eurovision per prima. Partecipa al concorso con “Long Live Love” classificandosi quarta nell’edizione che ha visto trionfare gli ABBA.

La sua canzone viene selezionata dal pubblico britannico tra una rosa di 6 titoli proposti dalla BBC. Anni dopo, Olivia dirà che delle sei era quella che le piaceva meno.

Queste canzoni verranno poi inserite nell’album Long Live Love pubblicato da EMI.

Contestualmente alla partecipazione ad Eurovision, il suo manager le suggerisce di tentare la carriera negli Stati Uniti. Inizialmente pubblica album country e viene paragonata a Dolly Parton.

La vera svolta nella sua carriera arriva però nel 1978 con il film Grease, dove lei interpreta il ruolo di Sandy. Sarà il musical a farla conoscere al mondo intero, rimanendo ad oggi un classico la cui colonna sonora è conosciuta da tutte le generazioni. La coppia Newton-John e Travolta è entrata nella storia della musica e del cinema.


La sua carriera cinematografica prosegue con un film stroncato dalla critica ma fortunato dal punto di vista musicale. È Kira in Xanadu, al fianco di Michael Beck e Gene Kelly.


È il 1981 a consacrarla dal punto di vista musicale, arriva infatti il suo singolo più venduto di semmpre: “Physical”.


Durante gli anni ’80 abbandona gradualmente il mondo della musica per concentrarsi sulla sua famiglia e sulla battaglia ambientalista ed animalista.

Lo shock maggiore però è all’inizio degli anni ’90 quando le viene diagnosticato un tumore al seno. Da quel momento la cantante ed attrice è diventata ambasciatrice della lotta al cancro.

In virtù di tutte queste sue battaglie, la Regina Elisabetta le conferirà nel 2020 il ruolo di Dama della Corona.

Una carriera ricca e variegata, che forse alcuni ricorderanno solo per Grease o per una recente ospitata a Glee. Olivia però ha aperto la strada ad un paese dall’altra parte del mondo a diventare un po’ più vicino all’Europa e ad Eurovision.

Long live love, Olivia! R.I.P.