Artwork: EIN

EuroMercato: un nome per Francia, Germania, Italia e Spagna

Ultime ore di “EuroMercato” direttamente in casa delle Big dell’Eurovision, ovvero Francia, Germania, Italia e Spagna. Il nostro carrello dei “consigli per gli acquisti” accoglierà gli ultimi 4 artisti per chiudere ufficialmente il mercato di EurovisionIN per l’ESC che verrà! Non vi sta scendendo la lacrimuccia? Iniziate a preparare i fazzoletti.

🇫🇷 Francia 🇫🇷

Una scelta combattuta in Francia, perchè eravamo indecisi tra due manzi assurdi, uno di questi è proprio Matthieu Tota, aka M. Pokora di origine polacca da parte di padre ma nato a Strasburgo. L’altro nome non ve lo diciamo perché non è educato, abbiamo pensato a Matt perchè la sua proposta pur essendo pop, è anche sognante, emotiva ed elegante. Un tassello che mancava nel nostro carrello, per questo dovete ascoltare “Si on disait”, il brano ha anche una versione in duetto con il cantante Dadju. Ho studiato il francese alle scuole superiori, non ricordo più nulla ma grazie a M. Pokora credo che da domani sarò madrelingua francese. Una carriera iniziata nel 2003, collaborazioni di spicco con Ricky Martin, Timbaland, Natalia Kills, Tal e tantissime certificazioni.


🇩🇪 Germania 🇩🇪

Le ultime 8 edizioni dell’Eurovision sono state un disastro per la Germania, solo Michael Schulte ha sorpreso tutti con il 4° posto nel 2018, per il resto bassa classifica (dal 18° all’ultimo posto). L’emittente non sa dove andare a parare e continua imperterrita a scegliere cantanti alle prime armi e/o brani deboli. Forse l’emittente NDR punta sui giovani talenti sbagliati, per questo motivo abbiamo scelto la 19enne Zoe Wees, nata artisticamente nel 2020 grazie alla hit “Control” trasmessa anche nelle radio italiane. Un talento cristallino che ha la voce di chi ha vissuto molto più di quanto dica l’età anagrafica, capace di entrarti sottopelle immediatamente con la sua fragilità e sincerità. Ogni brano estratto ha un significato profondo per l’artista, “Hold Me Like You Used To” per esempio è dedicata alla bisnonna, che purtroppo non c’è più.


🇮🇹 Italia 🇮🇹

L’Italia è il paese ospitante per l’Eurovision 2022, grazie al Festival di Sanremo possiamo stare tranquilli, sarà una scelta buona a prescindere. Immaginate di essere al bar e di non sapere quale gusto di gelato prendere, sono tutti golosamente freschi e allettanti. L’acquisto che consiglio è Annalisa, per tanti e diversi motivi che abbiamo scritto qui, sicuramente la perfezione vocale è una delle più ovvie. Ma figuriamoci se parteciperà al Festival 2022, ha già partecipato nel 2021. Il brano che vi proponiamo è la hit estiva “Movimento Lento” in featuring con Federico Rossi, ma sappiamo benissimo che Annalisa può cantare di tutto. L’Italia ha tanta bella musica e tanto talento, sicuramente andrà nel migliore dei modi con chiunque. Volete qualche nome extra? Se non dovesse toccare ad Annalisa, consigliamo anche Michele Bravi, Elodie, Gaia, Irama, Levante e tanti altri.


🇪🇸 Spagna 🇪🇸

Gli eurofan spagnoli ogni anno prima che inizi l’Eurovision “Vamos a Ganar!”, quando termina e concludono l’edizione nella parte bassa della classifica “la canción y la puesta en escena eran una mierda”. Alla Spagna va dato il merito di proporre brani in lingua spagnola, forse sono quelli sbagliati però, il paese non risulta riconoscibile agli occhi del pubblico e viene superato dal mondo intero. L’acquisto che potrebbe portarli finalmente in alto è tutto al femminile, loro sono in 3 (no non sono le sorelle Halliwell della serie tv “Streghe”), stiamo parlando delle Tanxugueiras. Il trio è composto da da Aida Tarrío e dalle sorelle gemelle Olaia e Sabela Manerio, in effetti sembrano pronte ad un incantesimo contro un demone cattivo nel brano “Midas”. Un singolo forte, “cazzuto” e pieno di carattere, con suoni attuali, la tradizione galiziana che si fonde con l’urban e l’elettronica. Care Tanxugueiras, vi abbiamo inserite nel carrello adesso ripetete la formula “Il potere del trio coincide col mio” e andate all’Eurovision.


Un po’ di statistiche prima di passare ai saluti finali. Un totale di 44 artisti “acquistati-consigliati, suddivisi così:

  • 22 sono le cantanti donne soliste consigliate nell’EuroMercato;
  • 12 invece i cantanti uomini solisti consigliati;
  • 6 band-gruppi (Croazia, Bielorussia, Lettonia, Islanda, Montenegro ed Ungheria);
  • 3 duo (Irlanda, Estonia e Austria);
  • 1 trio (Spagna)

Un totale di 21 diverse lingue utilizzate su 44 canzoni, nel dettaglio:

  • 15 canzoni in inglese;
  • 4 canzoni in russo;
  • 3 canzoni in italiano;
  • 3 canzoni in serbo;
  • 2 canzoni in greco;
  • 2 canzoni in francese;
  • 1 canzone in tedesco, turco, macedone, romeno, armeno, ebraico, svedese, finlandese, ucraino, lettone, lituano, croato, ungherese, polacco, galiziano (o galego) e *spagnolo.
*Le canzoni di Israele e Malta contengono qualche verso in lingua spagnola. Il brano dell'Austria contiene una parte in italiano, infine il brano dell'Armenia ha qualche frase in inglese.

Per il nostro “EuroMercato” non è stato maltrattato nessun paese e nessun cantante, i brani sono stati scelti secondo due criteri principalmente:

  • il criterio temporale, tutti i brani sono stati rilasciati tra la fine del 2020 e il 2021, per dare l’idea di novità e freschezza alla rubrica;
  • il criterio linguistico, i brani in inglese per esempio sono meno della metà rispetto al totale dei paesi.

Well it’s really over! Noi adesso:

Il nostro EuroMercato termina qui, a malincuore il tour europeo e la nostra rubrica sono giunti al traguardo. Il prossimo anno torneremo? Chi lo sa! Cliccate, commentate, condividete, ascoltate la nostra musica, adesso la playlist è davvero al completo. Un totale di 44 brani provenienti da altrettanti paesi, per voi e per le vostre orecchie.

Con Francia, Germania, Italia e Spagna si chiude ufficialmente la rubrica “EuroMercato”! Speriamo vi sia piaciuta, cosa ne pensate delle scelte delle 4 Big? Fatecelo sapere sui nostri social!