• Eurovision
  • Unisciti a noi
  • About

Eurovision 2020: 44 Paesi a Rotterdam?

Da qualche giorno nel fandom eurovisivo sta girando una notizia, ancora non confermata dall’EBU, secondo la quale in 44 paesi abbiano fatto richiesta di partecipare al prossimo Eurovision Song Contest di Rotterdam.

Questa notizia, se veritiera, può essere considerata a tutti gli effetti una bomba perché a rigor di logica significherebbe vedere altri due ritorni (oltre a quello ucraino già confermato) o addirittura un debutto!

Tra i paesi più considerati in vista di un ritorno troviamo la Bulgaria, assente dal contest da un anno per motivi finanziari e che continua ad arrancare da un punto di vista economico, nonostante sia stata una “powerhouse” dal 2016 al 2018 archiviando ottimi risultati, tra cui il secondo posto di Kristian Kostov (attualmente miglior piazzamento). Da quanto si legge sul profilo twitter, il paese dovrebbe rilasciare uno statement riguardante la propria partecipazione a breve.

Quale altri paesi avranno mai potuto preliminarmente confermare la propria partecipazione? Dato che praticamente molti stati non partecipanti hanno confermato per l’ennesima volta la mancanza al contest, un pensiero va al debutto di qualche paese, per esempio il Kazakistan, anche se per contro ci va un’affermazione ufficiale dell’EBU. L’European Broadcasting Union ha infatti negato un possibile debutto della nazione euroasiatica all’Eurovision quest’anno, nonostante sarà la seconda edizione di fila in cui lo stato parteciperà allo Junior Eurovision Song Contest.

Yerzhan Maxim (rappresentante kazako allo JESC 2019)

Al 90% non vedremo Turchia o Bosnia ed Erzegovina le quali, chi per motivi di principio (Turchia) e chi per motivi finanziari (Bosnia), non hanno nemmeno presentato la domanda di partecipazione, a detta dell’EBU.

Vedremo quindi veramente 44 nazioni a Rotterdam? Non ci resta che aspettare le singole conferme ufficiali.