• Home
  • Eurovision
  • Unisciti a noi
  • About

Eurovision 2020: Jon Ola Sand lascerà il ruolo di supervisore esecutivo dopo l’evento

È di oggi la triste notizia che Jon Ola Sand, supervisore esecutivo dell’Eurovision Song Contest dal 2011, lascerà l’EBU e dunque il suo ruolo attuale dopo l’edizione olandese del contest. Ma non solo, Jon Ola lascerà anche il posto di Head of Live Events, che sovrintende lo Junior Eurovision Song Contest, l’Eurovision Young Musicians e l’Eurovision Choir.

Dopo la 65ª edizione dell’Eurovision Song Contest a Rotterdam, Jon Ola tornerà nella sua nativa Norvegia per coprire un nuovo ruolo nella sede dell’emittente pubblica NRK, supervisionando la loro nuova strategia per creare un’organizzazione potente, innovativa e lungimirante.

L’ultimo decennio presso la European Broadcasting Union (EBU) è stato fantastico ed eccitante, ma sarà anche bello tornare a casa.

Sono stato coinvolto nell’Eurovision Song Contest da oltre 20 anni. 
Prima come capo delegazione per la Norvegia, poi come produttore esecutivo a Oslo nel 2010 e ho avuto il privilegio di essere stato il capitano della nave a Ginevra negli ultimi 9 anni.

Rotterdam sarà il mio decimo show come supervisore esecutivo e sembra un buon momento per passare il testimone e affrontare una nuova sfida alla NRK. Nel mio nuovo ruolo lavorerò per garantire che NRK continui ad essere un’emittente pubblica di livello mondiale.

Jon Ola Sand, supervisore esecutivo dell’ESC
Jon Ola Sand all’edizione 2011 dell’ESC

Dai piani alti della NRK arrivano altrettante parole positive, Thor Gjermund Eriksen è lieta di dare il bentornato a Jon Ola: “Siamo felicissimi che Jon Ola stia tornando a casa. Con il suo background e la sua vasta esperienza contribuirà a sviluppare NRK sia come emittente pubblica, che come casa di produzione e ci aiuterà a trasferirci nella nostra nuova casa”.

Negli ultimi dieci anni Jon Ola Sand è diventato sinonimo dell’Eurovision Song Contest tra i milioni di spettatori anche grazie al suo iconic “Take it away!” prima di iniziare la sequenza delle votazioni.

L’impegno di Jon Ola e la sua mano ferma, nell’ultimo decennio sono stati preziosi per l’EBU e i suoi membri. Ha supervisionato la crescita e lo sviluppo dell’Eurovision Song Contest negli ultimi dieci anni e ha creato, insieme ai membri EBU, lo spettacolo di intrattenimento più avanzato al mondo, contribuendo a salvaguardare la longevità di questo tanto amato show che unisce il pubblico di tutto il globo.

Jean Philip De Tender, direttore dei media dell’EBU

Jon Ola Sand ora supervisionerà il suo decimo e ultimo Eurovision Song Contest per l’EBU a Rotterdam, prima di assumere il suo nuovo ruolo presso l’emittente norvegese NRK, e l’EBU comincerà ad effettuare una ricerca selettiva per trovare il suo successore, che vedremo all’opera nel 2021.

Fonte: Eurovision.tv

error: