Eurovision 2020: le nazioni che hanno confermato la partecipazione

La depressione dopo la fine di una nuova edizione porta i fan, all’indomani della finale, a controllare i nomi dei paesi che confermano la loro partecipazione per l’anno seguente, ma le notizie sono spesso tante nel giro di poche ore e alcune dichiarazioni vanno perse. Facciamo, dunque, il punto sulla situazione dei partecipanti alla prossima edizione dell’Eurovision.

Immagine correlata

Sono ufficialmente 37 i paesi che sono già certi di far parte della prossima edizione. Alcuni vengono da importanti risultati come Repubblica Ceca, Danimarca, Islanda, San Marino, Azerbaigian, Svizzera, Macedonia del Nord, Norvegia, Russia e ovviamente i Paesi Bassi. Altri, nonostante i risultati poco soddisfacenti del 2019, tentano di rifarsi con il nuovo contest. È il caso del Belgio, Austria, Israele, Georgia, Finlandia, Croazia, Bielorussia, Romania, Lettonia, Estonia, Lituania, Germania, Grecia, Portogallo, Irlanda, Slovenia, Spagna e Montenegro. E poi ci sono i paesi i cui risultati rimangono sulla scia di quelli precedenti, il riferimento è all’Australia (certa già di poter partecipare fino al 2022 all’Eurovision grazie ad un accordo con l’EBU) Svezia, Albania, Cipro, Regno Unito, Serbia, Malta e Francia. E soprattutto, vi farà ritorno la tanto amata e odiata Ucraina.

La conferma ufficiale italiana tarda ad arrivare, ma dopo l’ottimo risultato di Mahmood appare scontata. Certa, invece, la mancanza anche quest’anno dell’Andorra, Slovacchia, Kosovo, Turchia e Bosnia&Erzegovina.

Risultati immagini per meme pikachu
Eurofan alla notizia dell’assenza di Slovacchia e Andorra

Probabilmente a non esserci saranno ancora una volta i bulgari a causa dei problemi economici, ma per ora niente di ufficiale. Per scoprire cosa accadrà non ci resta che attendere notizie certe. Ci saranno sorprese dell’ultimo minuto? Chissà.