Eurovision 2020: “Open Up to Eurovision Artists”, ecco il concept delle cartoline olandesi

Come da tradizione, anche all’Eurovision Song Contest 2020 la performance di ogni artista verrà preceduta da una breve clip di un minuto che, in “gergo tecnico”, si chiama CARTOLINA.

A cosa servono le cartoline? Beh, sicuramente a mostrare agli spettatori bellezze e curiosità sul paese ospitante, ma da un punto di vista pratico servono soprattutto agli addetti ai lavori per ripulire e preparare il palco per la performance successiva. Il “dietro le quinte”, anzi in questo caso il “davanti”, in arena è davvero impressionante.

Ma torniamo alle cartoline olandesi. Quale sarà il concept del 2020?

NPO e AVROTROS hanno pensato bene di voler mostrare all’Europa e al mondo intero un lato diverso ed originale dei Paesi Bassi: gli olandesi.

L’Olanda è identificata nel mondo con il colore arancione

Sfruttando il tema OPEN UP, l’emittente olandese ha chiesto ai suoi concittadini di mostrare la loro quotidianità, il modo in cui si connettono con gli altri. È stata quindi aperta una competizione alla quale tutti i cittadini orange potranno partecipare e i fortunati vincitori appariranno a maggio nelle cartoline della 65ª edizione dell’Eurovision Song Contest.

Sietse Bakker, produttore esecutivo dell’Eurovision 2020, ha commentato l’annuncio:

Gli olandesi si incontrano spesso grazie ai loro hobbies, allo sport, alle tradizioni e alle comunità locali. Dai barbecue per strada all’organizzazione del carnevale. Ma anche dai club sportivi, i cori o i gruppi di break-dance.

L’esatto aspetto delle cartoline è ancora un segreto per il momento, ma gli organizzatori hanno fatto intendere che optano per un’interpretazione diversa rispetto a quella turistica che è stata sempre più spesso adottata dai paesi ospitanti negli scorsi anni.

Le riprese saranno a cura di IDTV e avverranno tra marzo e aprile 2020.

error: