• Home
  • Eurovision
  • Unisciti a noi
  • About

Eurovision 2020: tutto quello che c’è da sapere sulla cancellazione

Subito dopo la dichiarazione ufficiale sulla cancellazione dell’Eurovision Song Contest 2020, l’EBU ha pubblicato sul proprio sito una serie di Frequently Asked Questions (FAQ).

L’European Broadcasting Union chiaramente si dichiara dispiaciuta di questa scelta, ma visto il peggiorare della crisi dovuta al COVID-19 e ai rischi per la popolazione locale, le delegazioni, gli artisti e gli addetti ai lavori, la decisione di annullare il Contest in comune accordo con le autorità olandesi era l’unica via praticabile.

L’EBU e le emittenti olandesi NPO, NOS e AVROTROS sono già al lavoro per organizzare l’edizione 2021 dell’Eurovision Song Contest e chiedono ai fan di avere pazienza. Questa situazione è completamente inedita e richiede un immane sforzo organizzativo. Nei prossimi giorni sicuramente nuovi dettagli verranno comunicati.

Ma vediamo nel dettaglio le domande a cui l’EBU risponde.

Perchè l’Eurovision Song Contest 2020 viene cancellato?

Vista l’escalation della diffusione del COVID-19 in Europa e delle conseguenti misure prese dai governi dei paesi partecipanti e dei Paesi Bassi, non era pensabile continuare con l’evento come originariamente programmato.

Perchè non è stato possibile posticipare?

È probabile che la situazione attuale in Europa possa rimanere instabile per altri mesi a venire. Con questo scenario non è possibile garantire che uno sforzo organizzativo del genere possa nuovamente essere rimandato. Inoltre questo avrebbe voluto dire un minor tempo per il paese vincitore per organizzare l’edizione successiva.

Non era pensabile avere un Contest a porte chiuse?

Stiamo seguendo attentamente le disposizioni delle autorità olandesi inerenti la sicurezza e la salute delle persone. Le restrizioni poste sugli assembramenti si riferiscono anche all’organizzazione di un evento di questa portata che sposta persone da tutta Europa.

Non era possibile fare il Contest via telematica?

Far incontrare in un solo luogo delegazioni, artisti e fan è nel DNA dell’Eurovision Song Contest. Questo da a tutti la stessa opportunità di esibirsi e competere sullo stesso palco e con gli stessi mezzi. Anche se consapevoli della situazione estrema nella quale viviamo e ben coscienti delle possibilità tecnologiche, non avremmo però garantito quello che è lo spirito del nostro evento.

Il formato così unico dell’Eurovision Song Contest ha fatto si che non ci fossero davvero alternative, se non quella di cancellarlo per il 2020.

Gli artisti selezionati saranno in grado di partecipare nel 2021?

Questo dovrà essere discusso dal Reference Group e dalle emittenti partecipanti. Una comunicazione avverrà a breve.

Cosa succederà ai miei biglietti?

Informazioni dettagliate verrano comunicate al più presto. Valuteremo se concedere un rimborso ai possessori di biglietti o se tenerli validi per il 2021. Non appena la situazione verrà chiarita, sarà nostra premura informare via email i possessori dei biglietti illustrando tutte le opzioni in campo.

Posso ottenere un rimborso ora?

Al momento diverse soluzioni sono al vaglio degli organizzatori. Non appena una decisione sarà presa, questa verrà pubblicata su songfestival.nl.

Cosa succede ai biglietti acquistati su Ticketswap, via AVROTROS, o attraverso i fan club (OGAE)?

Anche in questi casi si applicano le stesse regole per i biglietti “normali”. Non appena la decisione verrà presa, sarà pubblicata su songfestival.nl e una email verrà inviata ai possessori di biglietti.

C’è già una data per il prossimo Contest?

L’EBU, NPO, NOS, AVROTROS e l’amministrazione comunale di Rotterdam sono in contatto e stanno valutando tutti gli aspetti pratici per poter ospitare l’evento nel 2021. Al momento è ancora troppo presto per definire delle date per l’anno prossimo.

error: