© Dennis Möller

Eurovision 2021: le delegazioni di Malta e Romania prendono parte alle prove. Polonia ed Islanda attendono i risultati negativi dei loro test.

A seguito dei casi positivi al COVID 19 registrati in questi due ultimi giorni all’interno delle delegazioni polacca e islandese, l’organizzazione olandese ed EBU hanno fatto il punto della situazione.

L’intera delegazione polacca è stata sottoposta a test molecolare PCR lo scorso sabato 15 maggio. Tutti i test sono risultati negativi. La delegazione potrà quindi tornare al lavoro a partire da mercoledì quando terminerà la loro quarantena. Saranno sottoposti nuovamente a test rapido prima delle prove generali della loro semifinale.

La delegazione islandese invece ha effettuato i test molecolari solamente nella giornata di ieri 16 maggio ed è ancora in attesa dei risultati. Qualora risultassero negativi, la delegazione seguirà le stesse misure richieste alla Polonia in modo da poter svolgere regolarmente le prove in programma mercoledì 19 maggio.

Le delegazioni di Malta e Romania non hanno alcun caso positivo ma dividendo gli hotel con le delegazioni di Polonia ed Islanda erano state messe in quarantena preventiva già ieri. Sono state sottoposte a test molecolare e si attendono oggi i risultati.

Le due delegazioni hanno anche effettuato test rapidi questa mattina, tutti risultati negativi e quindi hanno potuto regolarmente prendere parte alle prove generali del pomeriggio e saranno al via della jury semifinal di questa sera.

Tutte le decisioni prese fino ad ora sono il frutto di un continuo confronto tra gli organizzatori ed il team medico del Erasmus Medical Centre.

Fonte: EBU

error: