Foto: EBU / STIJN SMULDERS

Eurovision 2021: secondo un sondaggio olandese l’Eurovision Song Contest “unirà i Paesi Bassi”

Sei olandesi su dieci attendono con impazienza l’Eurovision Song Contest 2021 e dichiarano di guardare insieme l’evento, che si terrà a Rotterdam dal 18 al 22 maggio. Questo è il risultato di uno studio GfK indipendente su oltre tremila persone di età pari o superiore a 13 anni.

Secondo gli intervistati, l’Eurovision Song Contest, il campionato europeo di calcio e le Olimpiadi forniscono “un senso di appartenenza alla società” (54%) e forniscono “più solidarietà nei Paesi Bassi” (60%). L’emittente pubblica olandese NPO ha commissionato l’indagine.

La presidente del consiglio di amministrazione Shula Rijxman è soddisfatta dei dati.

Quasi tutti hanno un’opinione sull’Eurovision Song Contest. Uno trova logica l’attenzione che viene data, l’altro troppa. Pensiamo sia importante sapere: cosa fanno per i Paesi Bassi l’Eurovision Song Contest e gli altri grandi eventi dell’estate?”

Shula Rijxman, Presidente del consiglio di amministrazione di NPO

Quasi il 30 percento di tutti gli olandesi ora indica che guarderanno sicuramente l’Eurovision Song Contest. Gli sportivi attendono principalmente il Tour de France (40%), i Giochi Olimpici (38%) e il Campionato europeo di calcio (34%). Una larga parte pensa che il Song Contest offra un contributo positivo alle discussioni sociali e all’accettazione delle differenze. I termini che le persone trovano più adatti al festival della canzone sono Diverse (61%), Per tutti (56%), Positivo (55%) e Accogliente (54%).

Crea più solidarietà e questo è molto importante ora che siamo costretti a vederci meno a causa della pandemia.

Shula Rijxman, Presidente del consiglio di amministrazione di NPO

Sebbene la popolarità dell’Eurovision Song Contest possa essere aumentata negli ultimi anni, le cifre non erano evidenti, si rende conto Rijxman.

Non dimentichiamo che alcuni anni fa l’Eurovision Song Contest era quasi morto nei Paesi Bassi. Non siamo riusciti a raggiungere la finale per anni.

Shula Rijxman, Presidente del consiglio di amministrazione di NPO
Bestuursvoorzitter van de NPO Shula Rijxman
Shula Rijxman, Presidente del consiglio di amministrazione di NPO

Il risveglio è iniziato con Anouk. “Un pezzo mondiale“, Rijxman guarda indietro.

In altri paesi c’erano grandi spettacoli, luci lampeggianti. Anouk è salita sul palco, ha eseguito la sua canzone, così sommessa e così bella. Ilse DeLange ha poi messo l’Eurovision Song Contest completamente sulla mappa. Con il suo secondo posto con Waylon e il successo di Duncan Laurence in Israele due anni fa. L’AvroTros ha rimodellato l’evento. È diventato più veloce e più dinamico.

L’organizzazione è “in pista”. “Devi adattarti ogni giorno. Un’operazione gigantesca, in cui dobbiamo rispondere ogni volta all’attualità. Non dobbiamo pensare a una quarta o quinta ondata, sarebbe terribile, ma anche in questo caso ci adattiamo. Non siamo a corto di fiato. Da anni portiamo i grandi eventi nelle case delle persone, ma quest’anno ci sembra più rilevante e urgente che mai.

Shula Rijxman, Presidente del consiglio di amministrazione di NPO

Fonte: AD.nl

error: