Foto: Emilia Romagna Turismo

Eurovision 2022: Bertinoro esclusa ma fa ricorso

Tra le 17 città candidate ad ospitare Eurovision Song Contest 2022 la più inaspettata è stata sicuramente la cittadina romagnola di Bertinoro. Non sarebbe tra le finaliste, ma è pronta a dare battaglia per tornare in gara.

Per il piccolo borgo romagnolo la candidatura prevedeva un evento “diffuso”. Nel loro dossier infatti si parlava del PalaFiera di Forlì per gli show, il Carisport di Cesena per il press center, il Ceub di Bertinoro per gli uffici direzionali ed infine l’ospitalità degli alberghi della costa romagnola.

Una candidatura che secondo noi ha veramente poco senso e dimostra la scarsa attenzione dei promotori, chiaramente ignari di quali siano le dinamiche tra show, stampa e spettatori ad Eurovision.

Nonostante le nostre considerazioni, la cittadina aveva passato il passato il primo round della competizione. Fonti ancora non confermate dicono che da 17 città si sia ora passati a 11, e Bertinoro non figura tra queste ultime.

Massimo Medri della Pro Loco Bertinoro spiega il perché di questa esclusione (a questo punto attendibile?).

Subito dopo averci inserito nei 17 ci è arrivata una pec che diceva che non potevano prendere in considerazione la nostra candidatura perché non eravamo un ente pubblico. Noi siamo andati a rileggere tutte le caratteristiche e non c’è scritto da nessuna parte che debba essere la pubblica amministrazione ad avanzare la candidatura. Inoltre il sindaco, la provincia e anche gli altri Comuni avevano detto che ci avrebbero dato una mano. Abbiamo risposto che per noi eravamo in regola, ma si vede che davamo fastidio visto il clamore che avevamo fatto appena diffuso il primo elenco.

Massimo Medri

Evidentemente la Pro Loco non aveva ben chiaro che la città organizzatrice (in questo caso mezza costa romagnola) non solo propongono le strutture, ma dovranno anche in larga parte sostenere i costi.

Medri però non sembra darsi per vinto.

Non ci arrendiamo. Vogliamo poter essere in gara fino alla fine, anzi vincere, visto che abbiamo tutte le carte in regola. In ogni caso ci stiamo organizzando per preparare qualcosa che sostituisca l’Eurovision nel caso non dovessimo vincere.

Massimo Medri

Chiaramente queste affermazioni segnalano che per Bertinoro questa fosse una operazione di marketing e che si candidano ad ospitare qualsiasi tipo di evento.

Fonte: Il Resto del Carlino

E voi che città vorreste che ospitasse l’Eurovision Song Contest? Fatecelo sapere con un commento sui nostri social!