Foto: RAI

Eurovision 2022: Claudio Santucci sarà Head of Show e curerà opening, intervals ed i conduttori

In una recente intervista radiofonica a Twan van de Nieuwenhuijzen, Head of Contest dell’Eurovision 2022, apprendiamo che Claudio Santucci sarà Head of Show e curerà opening, intervals ed i conduttori.

Nell’intervista ampio spazio dato da Twan van de Nieuwenhuijzen a quello che è stato il processo di composizione del running order. Operazione molto delicata che il comitato organizzatore deve svolgere per assicurare una buona riuscita dello spettacolo.

Twan ha svolto questo ruolo già ad Eurovision 2021 e la Rai gli ha chiesto nuovamente di lavorare a questo tema. Il segreto secondo lui è quello di dare giusto e corretto spazio ad ogni paese, senza creare favoritismi. Oltre a questo bisogna anche calcolare il giusto mix di stili musicali e non ultimo tenere conto dello staging che ogni paese propone.

L’organizzazione dello show ha a disposizione i 35 secondi della cartolina per poter ripristinare il palco dopo ogni esibizione. I paesi invece che aprono lo show o si esibiscono dopo le pause pubblicitarie beneficiano di maggiore tempo e sono normalmente quelli che necessitano di attrezzature più ingombranti e/o sofisticate. Twan ha fatto intuire che l’esibizione finlandese in apertura della seconda semifinale sarà qualcosa di “esplosivo”.

I tempi tecnici possono già essere calcolati in base alla descrizione delle esibizioni che le delegazioni inviano al team di Eurovision.

Ad esempio, i Måneskin e la Rai lo scorso anno avevano inviato un dossier di 88 pagine che descriveva minuziosamente la loro esibizione. Dietro a questo dossier c’era Claudio Santucci.

Questa dovizia di particolari la ritroveremo anche nel 2022, poiché Santucci è l’Head of Show. È sua la responsabilità di curare i numeri di apertura (opening), i numeri durante le votazioni (interval acts) e tutte le esibizioni dei tre conduttori. Affidati quindi a lui presentazioni e sketch tra Pausini, Mika e Cattelan.

Fonte: Eurovoix, NPO Radio 5