Foto: la Stampa

Eurovision 2022: EuroClub diffuso. Dove si balla? O è proprio una balla?

Avevamo già parlato del pasticciaccio dell’EuroClub di Torino e pensavamo fosse finita così. Ed invece no.

Rai e Comune di Torino sembravano aver definitivamente messo una pietra tombale sul club che abitualmente ospita delegazioni ed accreditati durante la settimana dell’Eurovision. Lasciando abbandonati a se stessi anche i fanclub ufficiali (OGAE Italy e i suoi consociati di OGAE International…ma di questo parleremo più avanti).

Ma ecco che l’accoppiata Rai + Comune riesce nell’impresa di fare ancora più confusione. E i giornalisti nostrani, che mai hanno messo piede ad Eurovision, ci cascano come dei polli. Fritti.

L’amministrazione cittadina ha pubblicato un bando per tutti i bar e locali che vogliano essere inseriti nel circuito eurovisivo. Per loro l’obbligo di riduzione dei costi del 10% in quella settimana, in cambio la pubblicizzazione tra gli eventi della Città.

Questo senza poter utilizzare il brand Eurovision. In sostanza Torino ha creato un database di locali disponibili ad organizzare eventi. A disposizioni delle delegazioni.

Questo non è l’EuroClub e non sarà nemmeno l’EuroFanCafé. E sopratutto non è nemmeno sicuro che queste location verranno utilizzate.

Il risultato è che La Stampa, Repubblica, Corriere e ancora Torinotoday sono caduti nel trappolone per loro totale ignoranza sulla materia, vendendo ai fan una pia illusione che questi locali effettivamente ospitino feste legate ad Eurovision e che loro in qualche modo possano averne accesso.

Se le delegazioni dovessero organizzare delle feste in questi locali, si tratterà infatti solamente di feste private a cui si accede esclusivamente su invito. Insomma cose per pochissimi eletti.

Altro discorso è l’EuroFanCafé che solitamente organizzano i club OGAE. Questa mossa del Comune ha di fatto messo il bastone tra le ruote anche a loro. I club, anche loro ignari di come Eurovision funzioni, hanno giocato al rialzo e di fatto lasciato OGAE con un pugno di mosche.

Allo stato attuale la presenza di un club ufficiale dei fan club appare sempre più improbabile.

Ci chiediamo quindi, a Torino “dove si balla”?