Foto: Eurovision.tv

Eurovision 2022: la delegazione italiana in visita agli uffici EBU di Ginevra

Eppure qualcosa si muove. Nell’organizzazione dell’Eurovision Song Contest 2022 in Italia qualcosa inizia a prendere forma.

La capo delegazione Simona Martorelli ed il capo dell’Intrattenimento RAI Claudio Fasulo sono andati in visita alla sede svizzera dell’EBU.

Foto: EBU

A Ginevra i due rappresentanti italiani hanno incontrato il Reference Group EBU capeggiato ovviamente da Martin Österdahl.

Simona Martorelli è apparsa raggiante (e si vede anche nella foto, ndr).

C’è tanto entusiasmo in Italia per l’Eurovision Song Contest. La vittoria si combina con la voglia di rinascita dopo un anno molto difficile per il nostro paese. Non vediamo l’ora di metterci a lavorare con il Reference Group per produrre un ESC di tutto riguardo in Italia nel 2022.

Nella storia dell’Eurovision la mia canzone preferita non può che essere Waterloo degli ABBA. Tra le italiane mi sembra evidente che sia Zitti e Buoni!

Simona Martorelli

La capo delegazione ha anche smentito il proverbio “tutte le strade portano a Roma”.

Sceglieremo la città che ospiterà Eurovision durante l’estate.

Simona Martorelli

Grande la gioia anche per l’Executive Supervisor di Eurovision, lo svedese Martin Österdahl.

È fantastico poter finalmente accogliere il Reference Group qui a Ginevra ed incontrarci di persona dopo quasi 18 mesi.

Il passaggio di consegne tra le tv organizzatrici è sempre un momento speciale e lo è ancora di più quest’anno. Abbiamo fatto il punto su tre show spettacolari a Rotterdam e siamo felicissimi di accogliere i colleghi della RAI, con la curiosità di vedere dove potremo arrivare con loro nel 2022.

Martin Österdahl

Fonte: Eurovision

error: