Foto: EBU / Corinne Cumming

Eurovision 2022: le reazioni della politica alla vittoria dell’Ucraina

Non tardano i messaggi della politica sulla vittoria dei Kalush Orchestra all’Eurovision Song Contest.

Il primo ovviamente è quello del presidente Zelensky che si augura di poter (simbolicamente) organizzare il contest nel 2023 a Mariupol.

E anche le due donne nei posti chiave delle istituzioni europee si complimentano con l’Ucraina per la vittoria all’Eurovision Song Contest.

Ursula von der Leyen (Presidente della Commissione Europea) e Roberta Metsola (Presidente del Parlamento Europeo) sottolineano quanto di “europeo” ci sia in questa vittoria.

Non manca poi un commento del Premier britannico Boris Johnson. Per BoJo questo voto non solo supporta il talento creativo ucraino, ma chiaramente fa capire da che parte della storia vuole stare il popolo europeo.

Al momento non ci sono commenti dal mondo politico russo.

Chiudiamo invece con un commento di Jamala, che politica non è ma si sta spendendo in prima persona da settimane per il suo paese. Nel suo post su facebook sottolinea quanto questa sia la vittoria di un popolo intero.

Al momento nessun commento delle istituzioni italiane.