Artwork: EIN

Eurovision 2022: quanti biglietti ci saranno in vendita? Incidono ancora le norme COVID

Con l’assegnazione della città ospitante, ormai imminente, l’attenzione di tutti gli eurofan si rivolge inevitabilmente ai biglietti per l’Eurovision Song Contest 2022. Ma quanti biglietti saranno disponibili? La pandemia continua ad avere un forte impatto.

Per quanto riguarda Eurovision 2021 l’effettiva presenza del pubblico al Ahoy Rotterdam è stato in dubbio fino ad inizio aprile. Per quanto riguarda l’Eurovision italiano l’incertezza regna ancora sovrana.

La vendita dei biglietti normalmente apre poco prima di Natale e vede un totale di 3 o 4 finestre temporali per permettere una migliore definizione dei posti effettivi quando la composizione del palco è già ben dettagliata.

Con la pandemia in corso tutto potrebbe essere rimesso in discussione. Noi ovviamente non abbiamo una sfera di cristallo e non possiamo prevedere la situazione epidemiologica di dicembre, figuriamoci quella di maggio 2022.

Ma è bene partire dalle regole attuali per quanto riguarda gli spettacoli al chiuso. Ci basiamo sul DPCM pubblicato in data 8 settembre 2021.

Nelle zone bianche: nel caso di eventi svolti all’aperto con un numero massimo di spettatori superiore a 5.000, la capienza consentita non può essere superiore al 50% di quella massima autorizzata; nel caso di eventi svolti al chiuso con un numero massimo di spettatori superiore a 2.500, fino al 6 agosto 2021 la capienza consentita non poteva essere superiore al 25% di quella massima autorizzata; dal 7 agosto 2021, la capienza consentita non può essere superiore al 35% di quella massima autorizzata.

Questa situazione sta già mettendo a dura prova un altro grandissimo evento in programma a Torino il prossimo 14-21 novembre. Le ATP finals di tennis maschile.

Watch Nitto ATP Finals Live Stream - ATP Tennis

Gli organizzatori, a dire il vero un po’ delusional, hanno messo in vendita l’intero lotto di biglietti disponibili contando una capienza vicina al 100%.

Questo ha creato uno inusuale scenario di overbooking, ovvero più biglietti venduti rispetto al numero di posti disponibili. Una pratica, fastidiosa, spesso riscontrata nel traffico aereo.

Gli organizzatori e la federazione italiana tennis stanno intrattenendo concitate telefonate con la sottosegretaria allo Sport Valentina Vezzali. La stessa Vezzali starebbe facendo pressione sul Comitato Tecnico Scientifico (CTS) per arrivare ad una capienza del 50%. E tutti i presenti ovviamente muniti di Green Pass.

Quello pare essere il limite massimo, almeno per ora. E sempre che non ci siano deterioramenti della situazione epidemiologica nelle prossime settimane.

Questo quindi potrebbe essere il punto di partenza per Eurovision 2022. Confidiamo nella lungimiranza dell’EBU nel delineare più scenari e comunicarli a stampa e fan nel minor tempo possibile.

error: