Foto: EBU / Sarah Louise Bennett

Eurovision 2023: gli incontri tra EBU e l’emittente ucraina Suspilne inizieranno questo venerdì

Gli incontri tra l’EBU e l’emittente pubblica nazionale ucraina UA:PBC (aka Suspilne) in merito all’organizzazione dell’Eurovision Song Contest 2023 inizieranno questo venerdì.

Tornati in patria in seguito alla vittoria a Torino, il 17 maggio a Leopoli l’emittente UA:PBC e i vincitori Kalush Orchestra hanno tenuto una prima conferenza stampa per i giornalisti ucraini.

La Capo Delegazione ucraina Oksana Skybinska ha ufficialmente consegnato la cartella ricevuta dall’EBU al Presidente del Consiglio di Amministrazione dell’emittente Mykola Chernotytsky.

Questa vittoria significa che abbiamo un nuovo compito davanti a noi, una nuova sfida: organizzare l’Eurovision Song Contest 2023. A Torino abbiamo ricevuto dagli organizzatori questa preziosa cartella. Contiene i documenti chiave del concorso, come dovrebbe essere, perché è un grande evento internazionale che comporta una preparazione significativa.

Oksana Skybinska

Mykola Chernotytskyi ha affermato che il primo incontro con l’EBU inizieranno venerdì, poiché il Contest del 2023 solleva non solo problemi finanziari e infrastrutturali, ma soprattutto problemi di sicurezza. Tuttavia, il pubblico e l’Ucraina nel suo insieme faranno tutto il possibile per ospitare l’Eurovision 2023.

Will Ukraine host Eurovision 2023? TV boss says EBU consultations will  start on Friday | wiwibloggs
Oksana Skybinska e Mykola Chernotytsky | Foto: Suspilne

La Kalush Orchestra ha ringraziato non solo i propri connazionali, ma anche l’intera comunità internazionale che ha votato e sostenuto l’Ucraina, perché oggi questa vittoria è estremamente importante per l’intero stato ucraino.

Alla domanda se hanno intenzione di vendere il cappellino panama rosa, che è già diventato un simbolo, all’asta, il leader della band Oleh Psyuk ha detto che stanno invece pensando di mettere all’asta il microfono di cristallo vinto.

Ci sono molte persone che possono permettersi di donare una grossa somma per aiutare l’Ucraina. E questa statuetta sarà un’ulteriore motivazione per donare la somma a beneficio del Paese e dell’esercito. La metteremo presto all’asta.

Oleg Psyuk

Post vittoria eurovisiva, i ragazzi hanno in programma di visitare le città d’Europa non solo per diffondere maggiormente la cultura ucraina, ma anche per raccogliere fondi per l’esercito ucraino e relativi fondi fiduciari. Presto hanno in programma di annunciare l’elenco delle città in cui faranno tappa.


Fonte: UA:PBC