Foto: EBU

Eurovision 2023: la città di Liverpool apre il bando per le attività culturali

La città di Liverpool, che ospiterà l’Eurovision Song Contest 2023, ha ufficialmente pubblicato il bando per il programma culturale che si svolgerà nella prima metà di maggio.

Come anche avvenuto a Torino, il programma culturale punta a diffondere Eurovision in città e contestualmente raccontare la città al mondo intero.

Per il 2023 si aggiunge una ulteriori sfida, che è quella di rappresentare l’Ucraina ed esaltarne la cultura, la musica e le tradizioni.

Culture Liverpool, ente preposto per il programma culturale, ha pubblicato un bando che si compone di tre assi:

  1. UK and Ukraine

Questa parte del progetto si propone di far collaborare artisti e produttori ucraini e britannici, con l’ambizione di raccontare ambizioni ed energia dell’Ucraina contemporanea. Gli artisti possono essere attivi in qualunque campo, anche se si darà la priorità ad opere ed installazioni di grandi dimensioni e all’aperto.

Ogni candidatura deve essere composta da un artista o collettivo ucraino ed una controparte britannica. Artisti che risiedono in Ucraina o all’estero (temporaneamente o in modo stabile) sono i benvenuti e l’organizzazione si metterà in moto per abbinarli ad un artista britannico.

  1. Music United

Le candidature dovranno celebrare la potenza della musica nel connettere comunità diverse. La musica dovrà unire comunità che si differenziano per fascia d’età e di background.

  1. Eurovision in Liverpool

Queste candidature invece dovranno celebrare la gioia, la diversità e pluralità attraverso la “magia dei Eurovision” nel centro di Liverpool. Potranno avvalersi della storia di Eurovision, dare una visione sul suo futuro o semplicemente sviluppare le tematiche su cui si fonda oggi.

Per i punti due e tre i partecipanti possono essere residenti in uno qualunque dei paesi in gara nel 2023.

Foto: Culture Liverpool

Per la Sindaca di Liverpool, Joanne Anderson, si tratta di un importante traguardo per la città.

La lunga lista di eventi innovativi e di qualità che ha ospitato Liverpool, unita alla nostra determinazione ed ambizione di rendere omaggio all’Ucraina, è alla base di quello che ha saputo convincere la giuria. Lanciare oggi questo programma culturale si inserisce appieno nel nostro progetto e rappresenta un importante punto di partenza.

Joanne Anderson, Sindaca di Liverpool

Tutte le proposte dovranno pervenire a Culture Liverpool entro e non oltre il 12 dicembre, I vincitori di questa prima fase riceveranno un grand di 2.000 sterline per poter approfondire il dossier. In una seconda fase verranno selezionati i progetti che saranno sviluppati durante Eurovision 2023.

Fonte: BBC, Liverpool Echo