Foto: Glasgow Live

Eurovision 2023: le reazioni dalle città in corsa per ospitare l’evento

Dopo l’annuncio della BBC sulle 7 città finaliste per ospitare l’Eurovision Song Contest 2023 non sono tardate ad arrivare le reazioni da parte dei protagonisti.

Entusiasta la Governatrice della Scozia, Nicola Sturgeon. Per lei non ci sono dubbi, “deve essere Glasgow”.

E a dare ragione all’entusiasmo della Stugeon ci sono i siti di scommesse. La società William Hill vede ampiamente in vantaggio Glasgow data a 6/5, seguita da Birmingham con 15/8.

Euforia anche da parte di Susan Aitken, Presidente del Consiglio comunale di Glasgow. “Essere pronti ad ospitare un evento di questa portata in così poco tempo è sicuramente una sfida, ma Glasgow ha una storia di eventi globali di successo e siamo sicuri di poter ospitare un Eurovision che celebri al meglio la cultura ucraina.”

La prima contendente di Glasgow è appunto Birmingham, teatro dell’ultimo Eurovision britannico ospitato nel 1998. Ian Ward, Presidente del Consiglio comunale di Birmingham, esprime tutto il suo entusiasmo. “La nostra è una delle City of Sanctuary, una città che nell’arco degli anni ha accolto persone da tutto il mondo ed è diventata la loro casa. Ci piacerebbe poter onorare l’Ucraina, ospitando l’evento a loro nome”.

Sheffield, altra contendente non ha intenzione di mollare la presa e per parole del sindaco “farà tutto ciò che serve per poter vincere questa sfida.”

Fonte: The Guardian