Artwork: EIN

Eurovision IN Torino: EXTRA VERMOUTH – l’ora del Vermouth™  di Torino

Torino è la città dell’Aperitivo e l’aperitivo torinese fa rima con Vermouth. Turismo Torino lancia una speciale degustazione nei bar della città.

Scegliete un Vermouth di Torino, immaginatelo fresco alla giusta temperatura, degustatelo in purezza o in un cocktail, assaporatelo in abbinamento a ricette e prodotti locali, rivisitati in chiave moderna.
Dalla tradizione una novità tutta da gustare!

EXTRA Vermouth non è solo una degustazione, è un rituale, un’esperienza unica. Un piacere enogastronomico e al tempo stesso un’occasione didattica alla scoperta del vino aromatizzato che compare a fine 1700 alla corte dei Savoia e nelle botteghe dei liquoristi torinesi.

undefined
Foto: Turismo Torino

Il Vermouth è un vino aromatizzato creato nel 1786 a Torino e dal 2017 una indicazione geografica registrata.

Ad industrializzare questa bevanda nel 1700 fu il torinese Antonio Benedetto Carpano, che scelse questo nome riadattando il termine Wermut, col quale in tedesco viene chiamata l’artemisia maggiore (o assenzio).

La gradazione alcolica non deve essere inferiore al 15,5% in volume e il contenuto in zuccheri complessivi, espressi come zucchero invertito, non inferiore a 14 grammi per 100 ml.

Gli aromi derivano da:

  • foglie o piante intere di artemisia o assenzio, di camedrio, di cardo santo, della centaurea minore, della coca, dell’issopo, della maggiorana, della melissa, del dittamo, del timo, della salvia;
  • i fiori di camomilla, di luppolo, di sambuco, di zafferano, chiodi di garofano;
  • i frutti di anice stellato, di finocchio, di coriandolo, di cardamomo, di arancio (cortecce), macis, noce moscata, fava tonka, vaniglia;
  • le radici di angelica, di calamo aromatico, di enula campana, di galanga, di genziana, d’imperatoria, di ireos, di zenzero, di zedoaria;
  • le scorze di cannella, di china, di melograno;
  • il legno di quassia;
  • il succo di aloe.

Tra i Vermouth più famosi il Punt e Mes (prodotto da Carpano), Cinzano, Cocchi e ovviamente Martini.

undefined
Foto: Turismo Torino

Il vermut o vermouth è l’ingrediente principe di tanti cocktail, tra quali famosi sono il Martini, l’Americano ed il Manhattan o il Negroni.

I locali che aderiscono a EXTRA Vermouth invece vi faranno degustare il Vermouth di Torino, proponendo 3 marche diverse e 5 differenti tipologie tra Extra-Dry, Dry, Bianco, Ambrato, Rosso.

Il Vermouth viene servito freddo, con o senza ghiaccio, con scorza di limone o arancia, non trattata e biologica. Si può decidere di degustare tre Vermouth di Torino in purezza oppure abbinare uno in purezza e un cocktail.

A fianco del vero Vermouth di Torino, una scelta di prodotti tipici del territorio e della cucina piemontese, tra i formaggi e i salumi, le acciughe e i tomini al verde, l’insalata russa, il vitello tonnato e la carne all’albese, i peperoni in bagna càuda o la bavarese agli asparagi, le insalate di cavolo crudo o sedano rapa, i flan di cardi e porri o di topinambur, i grissini… sino alle nocciole e ai gianduiotti: cinque assaggi di cui uno dolce, come richiede la tradizione storica.

Altro che Piccolo mondo antico: il Vermouth è rinato. Eccone 12 che non  potete perdere - la Repubblica
Foto: Repubblica

Quando? tutti i giorni.

Dove? nei numerosi locali aderenti all’iniziativa Affini – 100 Vini & Affini – Bar Cavour – Busca – Caffè Elena – Caffè Platti 1875 – Cantina da Licia – DDR – Distilleria Quaglia – Gelateria Pepino 1884 – Goustò – La Drogheria – Le Putrelle – Mojo Bar – Pasticceria Gerla 1927 – Rossorubino – San Giors Ristorante – Scalo + – Smile Tree – Snodo OGR – Stratta – Terrazza Cocchi in Cloud9.

Come? è gradita la prenotazione direttamente presso i locali aderenti.

Prezzo? € 18,00 per persona.