• Home
  • Eurovision
  • Unisciti a noi
  • About

Marocco, Tunisia e Libano non hanno in comune soltanto l’arabo come lingua ufficiale, ma anche delle questioni legate all’Eurovision.

Samira Said è l’unica rappresentante marocchina della storia dell’Eurovision. Il paese prese parte solo all’edizione del 1980 nei Paesi Bassi. Il brano “Bitaqat Hub” si classificò penultimo con 7 punti ricevuti proprio dall’Italia. L’unico paese africano che ha partecipato all’Eurovision rimane ad oggi il Marocco.

Il Libano fu obbligato a ritirare la propria partecipazione dall’Eurovision 2005 dopo aver annunciato che non avrebbe trasmesso la canzone di Israele cantata da Shiri Maimon sulla propria televisione nazionale.

Il regolamento eurovisivo dice che ogni paese partecipante è obbligato a trasmettere integralmente le serate della manifestazione. Il Libano doveva essere rappresentato dalla cantante Aline Lahoud con il brano “Quand tout s’enfuit”.

La Tunisia ha tentato di partecipare all’edizione 1977 dell’Eurovision ed era 4° nell’ordine di esibizione, tuttavia prima di selezionare un cantante, il paese si è ritirato per motivi non divulgati. 

Si pensa che l’emittente tunisina ERTT non volesse competere con Israele. Nel 2007 ERTT ha chiarito che non avrebbe partecipato al concorso in futuro a causa di richieste governative.

Algeria, EgittoGiordania e Libia hanno emittenti che fanno parte dell’EBU. Sebbene possano partecipare, pare si rifiutino di farlo a causa della partecipazione di Israele. Anche Città del Vaticano potrebbe partecipare, l’emittente RV è membro EBU ma trasmette solo eventi papali e non eventi musicali.

Vaticano, nel caso ci ripensassi un giorno, Sister Cristina è pronta! Parte subito il block voting: Italia, San Marino, Città del Vaticano, Svizzera, Albania così quello di Svezia, Danimarca, Norvegia, Finlandia e Islanda può solo accompagnare.

Sembra ormai certo che non vedremo questi paesi all’Eurovision! Cosa ne pensate?

error: