• Home
  • Eurovision
  • Unisciti a noi
  • About

Dan Stevens, Alexander Lemtov nell’Eurovision Movie di Netflix, è stato intervistato nei giorni scorso dal portale americano Collider.com

Nella lunga intervista ha risposto a diverse domande su “Eurovision Song Contest: The Story of Fire Saga”.

Secondo l’attore inglese, portato alla ribalta da Downtown Abbey, lo spirito del film era veramente quello di rendere omaggio all’Eurovision Song Contest. Esclude categoricamente ogni intento denigratorio.

Dan ha collaborato alla sceneggiatura con Will Farrell e aggiunge:

La parte più bizzarra dell’Eurovision non è stata nemmeno troppo forzata. Ci siamo basati su quello che abbiamo visto ogni anno. Abbiamo migliaia di testimoni che possono confermare che i nostri personaggi sono verosimili.

Dan Stevens

In quest’ottica possiamo davvero vedere come i personaggi, spesso con un cocktail di entries già viste, cerchino nella loro esuberanza di essere quanto più realistici.

Nella sua performance di Lion of Love, vocalmente interpretata dallo svedese Erik Mjönes, Dan si inspira alla performance di Cezar del 2013. Per sua stessa ammissione dice che tutto è stato molto extra, ma avrebbe anche potuto esagerare molto di più.

Come si è trovato con Will Ferrell e Rachel McAdams?

Lavorare con Will è stato molto divertente. I nostri personaggi erano molto diversi ma siamo riusciti con una certa naturalezza a creare una bella sinergia. Rachel, invece, ricorda davvero Sigrit. Anche lei è molto dolce e un po’ naif.

Dan Stevens

Per Dan l’esperienza più strabiliante del film è stata sicuramente il Song-Along, che ha richiesto tre giorni di lavorazione in una villa fuori Londra:

Semplicemente epico. La cosa più pazza che si potesse pensare. Con ben 12 partecipanti o vincitori del passato. Non mi stupisco che gli Eurovision hardcore fan siano impazzati nel vederlo.

Dan Stevens

Per l’attore inglese l’atmosfera di questa scena è stata semplicemente gioia pura:

È stato un modo per dare spazio anche a questi grandi interpreti nel film. Il pubblico americano probabilmente non sa chi siano e non è un problema, ma una scena come questa è pure fun.

Dan Stevens

Nella registrazione della scena Dan ha avuto modo di conoscere alcuni dei nostri beniamini eurovisivi e hanno tutti confermato come l’Eurovision Song Contest sia stato per loro la migliore e più pazza notte della loro vita.

Ecco l’intervista integrale, la parte sul Eurovision Movie inizia al minuto 20:00

error: