• Home
  • Eurovision
  • Unisciti a noi
  • About

Ieri, 26 giugno 2020, è uscito il tanto atteso Eurovision Song Contest: la storia dei Fire Saga, film prodotto da Netflix.

Noi lo abbiamo già visto per voi. La vera domanda ora è: TOP o FLOP?

Vi avviso che state per inciampare in una serie di SPOILER, quindi fermatevi qui se non volete rovinarvi la sorpresa!

Top 30 Spoiler Alert GIFs | Find the best GIF on Gfycat

Che dirvi, io sono rimasto abbastanza deluso. Quindi per me è chiaramente un FLOP. Come mai?

La trama era abbastanza prevedibilmente banalotta (ok le aspettative qui erano già basse di suo), ma raggiunge davvero picchi e baratri mai visti. Totalmente debole la storia.

Va anche detto che si tratta di una commedia scritta e prodotta da Will Ferrell, e quindi uno si aspetta di ridere. Eppure non è così. Battute pochissime e nemmeno divertenti.

Ma l’Eurovision come ne esce? Non benissimo. Vi ricordo che questo prodotto Netflix si rivolge al pubblico americano, che poco conosce il nostro contest del cuore. In questo film forniamo gratuitamente una serie di strafalcioni ed inesattezze infinite (ad esempio l’annuncio dei punti con spokesperson durante la semifinale – o le semifinali, dato che nemmeno è chiaro se sia una o due).

Si mette anche in risalto esclusivamente la cifra kitsch del Contest, nemmeno fossimo nei primi anni duemila. Eccesso di effetti speciali buttati qua e la, riferimento ad entries del passato ma mischiate.

Eurovision Song Contest review: Will Ferrell Netflix film needs ...

C’è qualcosa da salvare?

Katiana – Demi Lovato

L’attesissima star americana forse imbrocca una canzone buona che le raddrizza una carriera fatta di alti (pochi) e bassi (molti). Immaginiamo però pochissima promozione sul mercato americano per Katiana.

What Song Does Demi Lovato Sing in 'Eurovision Song Contest: The ...

Il song-a-long

Vero contentino per gli Eurofan. Un mega mash-up di Believe, Ray of Light, Waterloo, Ne partez pas sans moi e I Gotta Feeling. Oltre ai protagonisti vediamo in rapida sequenza John Lundvik, Anna Odobescu, Bilal Hassani, Loreen, Jessy Matador, Alexander Rybak, Jamala, Elina Nechayeva, Conchita Wurst e Netta. Unica cosa da leccarsi veramente i baffi.

Conchita

La parodia russa

Tanti i tentativi di parodia finiti in cose patetiche. L’unica ben riuscita è quella del cantante russo Alexander Lemtov (Dan Stevens). Esuberante (troppo), pacchiano (il giusto), represso (capirai la novità). Calzante la festa stile Casamonica organizzata dalla delegazione russa.

Eurovision Song Contest: The Story of Fire Saga' Review - Flawed ...

I commentatori

Oltre ai cameo dei cantanti dell’Eurovision Song Contest, non potevano mancare i personaggi famosi. Interpretando se stessi. Immancabile Graham Norton nel ruolo di commentatore britannico. E a sorpresa anche una battuta di William Lee Adams di wiwibloggs.

Eurovision' on Netflix: All of the Real-Life Eurovision Easter Eggs

Pierce Brosnan che non canta

Qui siamo alla categoria: LE BUONE NOTIZIE. Con le orecchie ancora sanguinanti da ben due Mamma Mia, siamo stati risparmiati dallo strazio di Pierce Brosnan canterino. Nel film si limita ad impersonare il burbero islandese Erick Ericksson.

Eurovision Song Contest: The Story Of Fire Saga Review: 4 Ups & 6 ...

Chiudo con una vena polemica (e chi lo avrebbe detto…).

Ricordate il trifolamento di palle che ci fece Salvador Sobral nel 2017 e 2018 definendosi un pesce fuor d’acqua, dell’avere poco o nulla a che fare con l’Eurovision Song Contest, il ritenersi altro rispetto al plasticume svedese.

Ebbene la coerenza non alberga in Portogallo, visto che Salvador non solo concede di utilizzare la sua canzone Amar Pelos Dois, ma si vede lui in persona al piano a suonarla in una piazza di Edimburgo. Come si cambia

Già che ci sono vi segnalo anche l’album completo con tutte le canzoni (sopratutto il song-a-long, ma anche la mia guilty pleasure Double Trouble), disponibile sulle principali piattaforme di streaming.

Fateci sapere sui nostri social cosa ne pensate del film!

error: