Foto: Johan Mathis Gaup / NRK

Eurovision Violin legend: i violini più iconici visti all’Eurovision 🎻

Oggi 13 dicembre è la Giornata mondiale del violino, strumento a corde che emette suoni melodici, intensi e delicati. All’Eurovision è stato molte volte protagonista di momenti epici, ed ha anche vinto più volte!

Scopriamo assieme i violini più iconici visti all’Eurovision!

Una dolce sinfonia

Uno dei brani più magici ascoltati all’ESC è sicuramente Randajad, il brano estone portato nel 2009 dagli Urban Symphony. Il brano ci fa già sognare ad occhi aperti di per sè, ma l’assolo di violino della cantante, accompagnata sul palco anche da due violoncelliste, rende il tutto ancora più etereo. Che dire, un violino che ci culla nella sua dolce sinfonia...


Violino-Norvegia connubio perfetto

Diciamocelo, quando c’è un violino di mezzo le parole servono a poco. Nocturne, brano vincitore del 1995 ne è la prova. I norvegesi Secret Garden portarono un brano dove la parte cantata era al minimo, con soli 30 parole nel testo! Così il violino diventa assoluto protagonista di un brano incantato e senza tempo!


Un violino protagonista anche quando non suona dal vivo

Il 1999 è stato il primo anno dal quale l’Eurovision non ha più adottato l’orchestra, imprescindibile fino a quel momento. Diamond of night, brano estone arrivato sesto, sarebbe stato forse diverso con l’orchestra dal vivo, ma nonostante ciò l’arpa e il violino presenti sul palco non perdono la loro magia. E l’assolo di violino si insinua dolcemente, cullandoci in una notte di diamanti.


Un violino allegro e ballerino

Il violino non è solo sinonimo di dolce sinfonia e leggiadre armonie: ma anche tanto divertimento! Sevalte ce lo ha dimostrato nel 2014 con la sua Hunter Of Star. Pochi elementi, un fischiettio contagioso, ed un assolo di violino energico e spiritoso! Insomma, dovrete ricredervi se ancora pensate che questo sia uno strumento prettamente e solamente classico.


Un violino da brividi

Che la canzone Lane Moje del serbo Zeljko Joksimovic sia una delle balkan ballad più belle del nuovo millennio, non c’è da domandarselo. E anche qui il violino fa la sua parte. Aggiungendo brividi ed emozioni ad una canzone che è un piccolo gioiello di quell’anno eurovisivo.


Il violino più famoso dell’ESC

Ci sono ricordi che rimangono indelebili, momenti scolpito nella memoria. Fairytale di Alexander Rybak è uno di questi. Il violino porta ancora una volta fortuna alla Norvegia, portandola ancora una volta in cima alla classifica. Rybak ed il suo violino sono rimasti scolpiti nella storia dell’Eurovision, e a distanza di anni siamo ancora follemente innamorati come la prima volta proprio come in una favola!


That’s how you play a…violin!

Abbiamo già citato il momento clou del violino all’Eurovision: ossia nel 2009 sulla spalla di Alexander Rybak nell’iconica esibizione di Fairytale. Nel 2018 ritroviamo la stessa coppia, anche se in vesti totalmente diverse. Una balletto, un’atmosfera pseudo allegra (forse a tratti cringe), sorriso dritto in camera ed ecco un violino ballerino e divertente. Insomma, that’s how you (really) play a violin.


Greta Salome e i suoi mille talenti

Atmosfera da paesaggi brulli nordici coronati dall’aurora boreale, due voci, una storia d’amore ed… un violino! Never Forget ci trasporta in un’atmosfera magica e Greta è la regina di questo mondo incantato che con la sua voce ed il suo talento da violinista sottolineano l’atmosfera eterea del brano.


Un violino allegro!

Chi l’ha detto che i violini sono adatti sono a canzoni tristi e sdolcinate? Il violino ci può far anche ballare! Ne è stata la dimostrazione il brano Trenuletul portato dai moldavi del gruppo Zdob si Zdub accompagnati dai fratelli Advahov. Un violino che ci diverte, che messo assieme ad una fisarmonica, una batteria ed una chitarra elettrica può solo che aprire le danze per un’indimenticabile festa!


Un violino su una pista da pattinaggio

Immaginate di suonare un violino su uno dei palchi più famosi al mondo, accanto ad un favoritissimo alla vittoria ed insieme ad un pluricampione mondiale di pattinaggio sul ghiaccio. È quello che è successo nel 2008 durante l’esibizione della Russia per il brano Believe del vincitore Dima Bilan. Un violino che accompagna quasi interamente il brano e che convince giudici e platea in un brano soft, suggestivo e molto studiato.


Qual è il vostro violino preferito? Fatecelo sapere con un commento sui nostri social!