Foto: France2

Francia: finale nazionale o selezione interna per Eurovision 2023?

Nel panorama delle selezioni nazionali per l’Eurovision 2023 manca all’appello ancora la Francia. Il metodo di selezione del paese transalpino non è ad oggi ancora noto, come mai?

A spiegarlo è la capo delegazione francese Alexandra Redde-Amiel ospite di Sud Radio média. Intervistata dagli speaker Valérie Expert et Gilles Ganzmann, la Redde-Amiel ha ammesso che France Télévisions fino ad oggi si è concentrata esclusivamente sul Junior Eurovision.

E visto il risultato (la vittoria) forse la strategia non è stata del tutto sbagliata. Spazio quindi ad un bilancio sull’evento dei ragazzi e la conferma che la Francia ospiterà il JESC nel 2023.

Per quanto riguarda Eurovision dobbiamo fare prima una parentesi sull’esperienza del 2022. La selezione nazionale “Eurovision France : c’est vous qui décidez” non ha dato i frutti sperati sia come risultato a Torino (a parere della nostra redazione un po’ immeritata quella posizione in classifica) sia come ascolti televisivi.

La capo delegazione già in una conferenza stampa a Torino aveva anticipato che France 2 stava rivedendo la sua strategia per aumentare gli ascolti e fidelizzare maggiormente il pubblico. A luglio la stessa Redde-Amiel aveva confermato in modo “ufficioso” il ritorno della selezione nazionale e poi un lungo silenzio.

In questa intervista radiofonica la capo delegazione mischia ulteriormente le carte in tavola.

Ho delle belle notizie da darvi, non ora ma molto presto. Vogliamo vincere anche l’Eurovision degli adulti e per farlo abbiamo svariate ipotesi. Mi prendo qualche giorno di vacanza e credo che il riposo mi aiuterà a schiarire le idee. E prendere una decisione definitiva.

Alexandra Redde-Amiel, capo delegazione francese

Ma quali sarebbero queste “diverse ipotesi” in campo?

Secondo i fan francesi si tratterebbe delle seguenti possibilità:

  • France 2 avrebbe già individuato artista e canzone con l’obiettivo di vincere, mettendo in soffitta una selezione nazionale costosa e dai risultati rischiosi (vedi favorito battuto con il voto popolare),
  • France 2 avrebbe già individuato artista MA con più canzoni da dare in pasto al pubblico con uno show apposito in cui selezionare la migliore,
  • France 2 avrebbe contattato artisti e case discografiche MA composto un cast più ridotto ma qualitativamente più alto. Sostanzialmente una versione 2.0 della finale nazionale con un processo meno aperto ma capace di attrarre più telespettatori,
  • Tutto un bluff. France 2 avrebbe in cantiere la finale nazionale così come l’abbiamo vista nel 2021 e 2022.

Quello che i fan francesi sottolineano è che come in Italia non esiste una cultura eurovisiva ed una platea di eurofan (come invece è il caso di Spagna o Regno Unito) e quindi la finale nazionale è una mossa rischiosa rispetto ai costi che comporta. Quello che ritengono necessario è una maggiore promozione, a prescindere dall’opzione scelta.

Possiamo aspettarci maggiori informazioni ad inizio gennaio?

Fonte: L’Eurovision Au Quotidien