• Eurovision
  • Selezioni Nazionali
  • Unisciti a noi
  • About

Georgia: annunciata una parziale selezione interna per il 2020

Di recente la GPB (rete televisiva georgiana ndr.) ha annunciato che l’artista georgiano che si esibirà all’Eurovision Song Contest 2020 verrà scelto attraverso una selezione nazionale. E fin qui, nulla di nuovo. La vera novità riguarda invece l’aggiunta di un nuovo iter di selezione interna, che porterà alla scelta del brano che l’artista porterà sul palco eurovisivo.

Nuovo iter di selezione del brano

In pratica la Georgia utilizzerà ancora il talent show “Georgian Idol” — tenutosi per la prima volta l’anno scorso e usato per selezionare l’entry del 2019 in Israele — per scegliere il cantante che la rappresenterà nei Paesi Bassi, ma la canzone sarà scelta internamente da una commissione creata alla GPB.

La commissione sarà costituita dal capo della delegazione georgiana, alcuni produttori della rete pubblica nazionale e il produttore di Ranina, la selezione nazionale per lo Junior Eurovision Contest.

La Georgia nelle passate edizioni dell’Eurovision

Nel 2019, Oto Nemsadze è stato selezionato per rappresentare la Georgia a Tel Aviv con la canzone “Sul tsin iare” dopo la vincita della prima edizione di Georgian Idol. Si è classificato 14simo nella prima semi-finale con 62 punti.

La Georgia ha debuttato all’Eurovision nel 2007, quando fu rappresentata da Sopho Khalvashi e la canzone “Visionary Dream”, che finí 12simo nella serata finale con 97 punti. Dal suo debutto ha mancato solo una partecipazione al contest, quella del 2009 in Russia, quando ci fu una forte polemica con il gruppo Stephane & 3G e la controversa “We Don’t Wanna Put In” . Il riferimento provocatorio verso il leader russo Vladimir Putin era troppo evidente, tanto che l’ EBU chiese di riscrivere il testo o cambiare completamente canzone, cosa che non fu fatta con conseguente uscita di scena da quella edizione.