• Home
  • Eurovision
  • Unisciti a noi
  • About

In-Reaction: le reazioni di Eurovision IN al brano finlandese “Looking Back”

Continua la nostra rubrica In-Reaction, ovvero una serie di articoli in cui tutti i collaboratori della redazione esprimeranno in breve le proprie impressioni* sui brani eurovisivi, dandone infine un voto. Questi voti serviranno poi per realizzare una media ed una classifica finale una volta pubblicati tutti i brani.

* I collaboratori della redazione NON sono esperti musicali, ma semplici eurofans. Reaction realizzate prima della cancellazione dell’Eurovision 2020.

In-Reaction su “Looking Back” di Aksel

Eros

Dai Finlandia che anche quest’anno non vai in finale. E se lo scorso anno mi era dispiaciuto un po’, quest’anno invece sono abbastanza felice. “Looking Back” in alcune parti mi ricorda la canzone “Rude”.    

Voto 3

Giovanni

Prima che vincesse l’avevo sentita mezza volta e non mi era piaciuta, però ora che l’ho riascoltata per bene devo dire che mi è piace parecchio. Ho molto apprezzato la performance vocale e lo staging, e anche il motivo è piacevole. Non me l’aspettavo dalla Finlandia, soprattutto dopo la porcheria dell’anno scorso.

Voto 8,5

Raoul

Devo dire normale e forse fin troppo il brano finlandese. Riconosco una produzione dietro, ma allo stesso tempo la trovo abbastanza monotona. Aksel canta bene, ma veramente dire di più su tale canzone mi sembra arduo e forse questo è il suo problema maggiore.

Voto 4

Sara

Devo dire di aver apprezzato questo pezzo dopo vari ascolti. Credo che sia una delle migliori ballad dell’edizione. Il testo è uno dei pochi ben fatti, l’esecuzione e la scenografia sono ben realizzate. Non è una canzone ad impatto, può non essere apprezzata ad un primo ascolto, ma una volta metabolizzata rimane.

Voto 8

Ivan

Ulteriore scelta strana per la Finlandia, avevano Erika che poteva far guadagnare una TOP 10 facile al paese, invece si buttano su un brano standard come 100 altri. Aksel dalla sua parte ha una performance vocale buona, anche uno staging carino ed il brano è comunque ben costruito. Apri gli occhi però, non puoi cantare ad occhi chiusi per quasi tutto il brano.

Voto 6

Claudio

Con tutto il bendiddio che c’era al UMK quest’anno… Invece ci tocca l’ennesima ballad che non regala emozioni. Già sentita mille volte in passato, senza particolare mordente e con una interpretazione scolastica.

Voto 3,5

Giovanni S.

Un pezzo classico, come tanti, che ascoltato più volte nemmeno dispiace, ma Aksel resta impalpabile e senza ardore, non avrebbe avuto nessuna speranza per un posto in finale.

Voto 5

Andrei

Certo, Cicciolina sarebbe stata tutt’altra cosa, ma devo confessare che a me questo pezzo piace. Lo staging non è per niente male e la canzone trasmette un bel messaggio senza risultare piena di cliché. Punto davvero debole del pacchetto: la presenza scenica di Aksel.

Voto 6,5

Alessandro

Pare un brano con ottime intenzioni, ma con idee ancora “abbozzate”: avrebbero potuto svilupparlo meglio. Amo comunque la voce dell’interprete. Il problema è che sì, il brano è così “carino”, “dolce” ma sembra manchi qualcosa e quindi mi lascia con l’amaro in bocca.

Voto 6,25

Nikola

“Looking Back” l’ho apprezzato fin dal primo ascolto e immaginavo che si sarebbe poi anche rivelato una dark horse. Mi trasmette emozioni, seppur non tanto forti ed eccessive, ma me ne trasmette. La voce di Aksel è perfettamente adatta a questo brano. Ottimo lavoro per lo staging a UMK! Secondo me lo porteranno pressoché invariato anche a Rotterdam.

Voto 7,5

Media di ”Looking Back”: 5,83

error: