• Home
  • Eurovision
  • Unisciti a noi
  • About

In-Reaction: le reazioni di Eurovision IN al brano russo “UNO”

Continua la nostra rubrica In-Reaction, ovvero una serie di articoli in cui tutti i collaboratori della redazione esprimeranno in breve le proprie impressioni* sui brani eurovisivi, dandone infine un voto. Questi voti serviranno poi per realizzare una media ed una classifica finale una volta pubblicati tutti i brani.

* I collaboratori della redazione NON sono esperti musicali, ma semplici eurofans. Reaction realizzate prima della cancellazione dell’Eurovision 2020.

In-Reaction su “UNO” dei Little Big

Eros

Boh, non mi dice nulla e dalla Russia sinceramente mi aspettavo davvero molto di più. La trovo quasi peggio di altre entry come Georgia o Grecia.             

Voto 3

Giovanni

“Uno” schifo. Questa entry è proprio la personificazione della ridicolaggine. E quest’anno in fatto di ridicolaggine non era facile battere alcuni paesi, ma a quanto pare la Russia ci è riuscita. Il problema non sussisterebbe se questo fosse l’Eurovision Contest, ma qui parliamo di Eurovision SONG Contest, e in questa entry c’è tutto tranne che la canzone. È un’accozzaglia di suoni irritanti e isterici. Se non fosse per l’originalità darei 0.

Voto 1

Raoul

G E N I A L I. Adoro tutto di “Uno”, tra lo scambio di voci, lo stile della canzone ed il fatto che la balli comunque. Veramente dispiace non poter vedere cosa avevano in mente per il live ma quest’estate (potendo) la si ballerà un sacco.

Voto 9

Sara

Ho ascoltato il leak della canzone e devo dire che al primo ascolto mi è sembrata assurda e strana non solo come entry per l’ESC, ma come canzone in generale. La Russia cambia registro e ci stupisce proponendo una “Barbie Girl” 2.0. Di sicuro più originali anche di Islanda e Lituania. Mi piace la loro ironia mista a provocazione accattivante. Potrebbero vincere (giurie permettendo). Confesso che è la mia “Little Big” guilty pleasure…:smirk:

Voto 8

Ivan

Tutto molto simpatico, il brano si lascia ascoltare volentieri. La Russia quest’anno non vuole prendersi sul serio e manda una proposta fuori dagli schemi. Io percepisco “Uno” come una joke entry, è giusto che sia nel concorso, è giusto divertirsi, ma vincere l’intera baracca sarebbe troppo shock.

Voto 5

Claudio

Ammetto di essere in difficoltà. Siamo in presente di una guilty pleasure, ma di quelle brutte. Un po’ come con le Buranovskiye Babushki anni fa, trovo la canzone atroce e loro inguardabili. Però sta sempre li nel mio cervello che si aziona in loop insieme alla scimmietta coi piattini. Faccio di tutto per odiarla e poi “uno, dos, cuatro”. Divento matto!

Voto 7

Giovanni S.

Un assoluto guilty pleasure, ovvero uno di quei brani che detesti ma non puoi fare a meno di canticchiare. Inizialmente appena ascoltata e visto il video ne sono rimasto scioccato. Sicuramente una scelta molto particolare quella russa.

Voto 5,5

Andrei

Guilty pleasure. Mi fa sorridere, ballare e voglia di fare il coglione. Nel contest servono anche pezzi questo. Inoltre, vedo ottimo potenziale per lo staging e una quasi vittoria del televoto.

Voto 7

Alessandro

Ok, stavolta scendo sotto il 4. Ho provato a riascoltarla più volte ma davvero non ce la faccio. Si sa, se fosse stato il Montenegro a portare una cosa del genere, forse sarebbe stato massacrato. Ci sono delle canzoni che creano un’atmosfera caotica e fanno letteralmente venire il “mal di testa”, ma lo fanno con un senso e diventa arte (e qui mi riferisco al pezzone della Lettonia). In questo caso non riesco davvero a percepire un’idea di fondo. Non saprei neanche da che parte cominciare!

Voto 2,25

Nikola

Joke entry ai massimi livelli. Prende punti perchè è simpatica, ma per il resto è davvero vuota come canzone. Io questa entry russa la vedo come una sorta di “sperimentazione”, per provocare e vedere cosa si possa proporre ora all’Eurovision Song Contest.

Voto 6

Media di ”UNO”: 5,38

error: