• Eurovision
  • Rotterdam 2020
  • Unisciti a noi
  • About

Amanda Aasa ed altri sei artisti prenderanno parte questo sabato alla terza semifinale del Melodifestivalen. Conosciamola meglio in questa intervista esclusiva che ha concesso a noi di EurovisionIN.

  • Amanda, sei molto giovane, ma hai già alle spalle ottimi risultati, compresa la tua partecipazione a Idol Svezia 2014. Cosa ti ha insegnato questa esperienza?

A: All’epoca, come dici tu, ero ancora più giovane, quindi era una novità assoluta per me, e si è rivelata un’esperienza di apprendimento enorme. È stato il mio primo vero incontro con l’industria musicale in Svezia.

Il provino di Amanda Aasa a Idol Sverige nel 2014
  • Sei arrivata al Melodifestivalen dopo essere stata selezionata dalla giuria del festival organizzato da Radio Sveriges, com’è stata per te questa esperienza?

A: È stato bello essere scelta con una motivazione così bella dalla giuria! Sapevo anche che avrei partecipato al Melodifestivalen più a lungo di qualsiasi altro concorrente, il che penso possa essere una buona cosa, dato che ho avuto davvero il tempo di elaborare e riflettere su come voglio farlo.

  • Ti aspettavi di essere scelta per il Melodifestivalen?

A: Per niente! In realtà, ho presentato la canzone ‘Gå Hem’ per il concorso 10 minuti prima della scadenza senza pensarci troppo, quindi che sia arrivata qui al Melodifestivalen è surreale.

  • Nessuno di quel concorso è mai arrivato in finale, hai paura di continuare questa tendenza o sei determinata ad essere la prima a qualificarsi?

A: Non direi che questo mi spaventi affatto. In un certo senso è comodo sapere che non ci sono davvero aspettative per me di qualificarmi, quindi non c’è davvero nulla da perdere. Ma naturalmente spero di rompere la tendenza.

  • Cosa dobbiamo aspettarci dalla tua canzone? Sarà simile allo stile di Go Home o di Wrong Chemistry?

A: Direi che è più vicina a Wrong Chemistry in tempo, ma con il nuovo sound di ‘Gå Hem’. Sono cresciuta molto nella mia espressione da quando ho scritto Wrong Chemistry, quindi direi che è piuttosto diversa. Sono arrivato a descriverla come una calda canzone pop internazionale, in svedese.

  • Stai pensando di pubblicare un album?

A: Sì! Io e i miei autori sia per ‘Gå Hem’ che per ‘Late’ abbiamo registrato tanta musica. Probabilmente potremmo pubblicare due album, haha. Ma ci saranno alcuni singoli prima di un mini album più tardi in primavera.

  • Ho notato che usi sempre la chitarra nelle tue canzoni. hai sempre suonato la chitarra?

A: Ho imparato a suonare da sola durante le vacanze estive in quinta elementare. Ha avuto un ruolo enorme nel mio processo di scrittura di canzoni.

  • Immagino che tu sia un fan dell’Eurovisione, hai qualche brano a cui sei particolarmente legato?

A: Soldi di Mahmood è stata la mia canzone più suonata su Spotify l’anno scorso! Mi è piaciuta molto la canzone e la performance. È stata davvero emozionante e mi è sembrata autentica.

  • Conosci qualche brano italiano?

A: No, se escludo quello dello scorso anno dell’Eurovision. Ce l’ho in replica dall’Eurovisione 2019!

Prima di avere il piacere di sentire il nuovo brano della giovane cantautrice, vi proponiamo il suo primo successo, e vi invitiamo a seguirla questo sabato e tifare per lei.

Trovate ovviamente Amanda su instagram, spotify e facebook.

error: