• Home
  • Eurovision
  • Unisciti a noi
  • About

Intervista | Go_A, rappresentanti dell’Ucraina all’Eurovision 2021

I Go_A avrebbero dovuto rappresentare la nazione dell’Est all’Eurovision di quest’anno e, in previsione di questo appuntamento, avevano concesso a noi di Eurovision IN un’intervista per poter parlare delle loro aspettative.

Nonostante la cancellazione, ci sembra doveroso riportare quanto detto in quell’occasione. A maggior ragione se consideriamo che il gruppo è stato riconfermato per il prossimo anno.

Go_A | ©

L’intervista 💬

Come mai avete deciso di cantare in ucraino e non in inglese all’Eurovision?

Tutte le nostre canzoni sono in ucraino, incluso “Solovey”. Il nostro obiettivo è quello di portare una canzone completamente ucraina all’Eurovision Song Contest per la prima volta in oltre 15 anni. Riteniamo importante questa decisione.

Quale messaggio volete trasmettere con la vostra canzone ed esibizione?

Prima di tutto, è un’opportunità rappresentare la nostra cultura a livello internazionale poiché ci permette di far conoscere il patrimonio culturale ucraino a un vasto pubblico. È un onore e allo stello tempo anche una grande responsabilità per noi.

La canzone ”Solovey” è basata su una storia d’amore personale? In caso contrario, qual è stata l’ispirazione?

Una canzone popolare ucraina è diventata fonte d’ispirazione per “Solovey”. Tuttavia, il testo della canzone si basa sulla storia personale di Kate (voce del gruppo). Parla di una ragazza forte che si arrende e si innamora. Poi improvvisamente si rende conto di non essere presa sul serio. Mantiene la sua dignità fino all’ultimo e continua a recitare come se non le importasse davvero, eppure cambia totalmente la situazione.

Avete degli artisti che prendete come ispirazione?

Tutti i membri di Go_A hanno le loro preferenze musicali, a volte anche opposte l’una all’altra. Ecco perché siamo ispirati da artisti di diversi generi musicali. Per scegliere 3 artisti preferiti, per Taras ci sono Dakhabrakha, Devin Townsend Project e Pendulum; per Kate invece Sigur Ros, Loreen e Radiohead.

State pensando di apportare alcune modifiche alla vostra esibizione?

Stiamo lavorando sulla nostra immagine e performance. Non sarà completamente diverso da quello che avete già visto in Vidbir, ma faremo alcune modifiche.

Negli ultimi giorni abbiamo letto alcune notizie relative a problemi economici, poi smentite da varie fonti. Pensate sia una pubblicità negativa a vostre spese?

Ci sono sempre alcune voci. Al momento non stiamo prestando attenzione a loro poichè siamo impegnati a prepararci per l’Eurovision.

L’Ucraina ha un record di qualificazioni, vi spaventa ciò?

Prima della finale di Vidbir eravamo al quinto posto su sei concorrenti secondo i bookmaker, ma poi abbiamo vinto. Pensiamo che il modo migliore per evitare qualsiasi paura sia quello di rimanere concentrati sulla nostra preparazione per il concorso.

Avete ascoltato le canzoni degli altri partecipanti di quest’anno? Quello italiano? Qualche opinione?

Finora siamo riusciti ad ascoltarne alcuni. La canzone del concorrente italiano Diodato ha una magia che non è facile da descrivere. E davvero adoriamo la lingua italiana!

Quali sono i progetti post Eurovision? Rilascerete un nuovo album?

Certo, abbiamo molti piani. Abbiamo molte idee per il nostro prossimo album in studio, ma la prima cosa che vogliamo fare dopo che l’esperienza dell’Eurovision sarà finita è esibirci in alcuni concerti o persino fare un tour. Il palcoscenico è fondamentalmente la nostra vita. Se potessimo fare tutto ciò che desideriamo, suoneremmo in ogni città dell’Ucraina e diremmo grazie a tutte le persone che hanno votato per noi a Vidbir. E, naturalmente, vogliamo suonare in concerti e festival in altri paesi.

L’Ucraina si esibirà nella prima semifinale, in cui l’Italia potrà votare. Vorreste lasciare un messaggio ai fan italiani?

Grazie per il supporto alla nostra band e perché ascoltate la nostra canzone. Non siamo mai stati in Italia prima, ma speriamo di poter visitare il vostro bellissimo paese e suonare alcuni concerti per voi il prima possibile. E, naturalmente, state al sicuro. #StayHome.

L’intervista in questione è stata realizzata (ironia della sorte) giusto il giorno prima dell’annuncio della cancellazione dell’Eurovision 2020. Fortunatamente gli eventi sono poi evoluti e ad oggi sappiamo che l’emittente pubblica ucraina ha confermato i Go_A anche per l’Eurovision 2021.

error: