Foto: Danilo D’Auria

Intervista | Karma B, protagoniste all’EuroVillage di Torino

Le Karma B sono tra le drag queen più famose in Italia. Grandi protagoniste sul piccolo schermo, prima a “Propaganda Live” su La7 e recentemente a “Ciao Maschio” su RaiUno.

Nascono a Catania, approdano al Muccassasina di Roma per poi sbarcare anche a teatro con i loro spettacoli “A qualcuno piace Karma”, “Dive Divine” e “Ostriche e caffè americano”.

Reduci dal Lovers Festival di Torino, le ritroveremo domenica 8 maggio sul palco dell’EuroVillage. Al Parco del Valentino saranno indiscusse regine della giornata dedicata “In nome dei diritti civili ed LGBT+”.

Abbiamo voluto fare quattro chiacchiere con loro prima di questa nuova avventura.

Foto: Danilo D’Auria

L’intervista 💬

Come è nata l’idea di salire sul palco dell’Eurovision Village? 

È stata un’idea del nostro management, Freak&Chic insieme a Barley Arts.

Siete fan del Contest? Avete qualche ricordo particolare che vi lega ad Eurovision? 

Il primo e quello più significativo per noi, risale ad un’edizione di Eurovision degli anni’80 e, più specificatamente, quella che ha visto sul palco Alice insieme a Franco Battiato.

Sul palco di Eurovision Song Contest sono salite diverse drag. Tra le più iconiche Verka Serduchka e Conchita Wurst. Secondo voi che impatto ha avuto sul mondo drag? 

L’impatto dell’Eurovision sul mondo drag e, più in generale sul mondo rainbow, è stato sicuramente molto forte, anche perché tante di quelle canzoni sono poi diventate delle hit suonate ai Pride, nelle discoteche e in molti luoghi che riguardano il nostro circuito. L’Eurovision ha un legame decisamente molto forte con la comunità e con la musica che ascoltano le persone LGBTQI+.

Siete delle bravissime cantanti, avete mai pensato di andare al Festival di Sanremo in gara? Vi piacerebbe rappresentare l’Italia all’Eurovision?

Di certo è il sogno più grande per tutti quegli artisti che fanno musica e che cantano. Chiaramente, subito dopo Sanremo, vorremmo conquistare l’Eurovision e poi anche la Casa Bianca… anzi rosa, visto che ci siamo! (sorridono, ndr.).

Se invece vi si presentasse la possibilità di rappresentare San Marino, accettereste? 

Perché no! È una cosa che fanno molti artisti italiani… tra l’altro quest’anno c’è Achille Lauro che rappresenta San Marino e noi, saremmo appena un filo più sobrie di lui (sorridono, ndr.).

Tornando alla vostra esibizione sul palco dell’EuroVillage. Avete già pensato a cosa fare? Cosa canterete?

Porteremo un estratto del nostro spettacolo dal titolo “Le Dive con qualcosa in più”, con cui poi andremo in giro per tutta l’estate 2022, alternando lo spettacolo agli opening del tour di Immanuel Casto e ai tanti Pride d’Italia che ci vedranno presenti in piazza. Quello che faremo sarà una porzione di spettacolo che renderà possibile al pubblico che ancora non ci conosce, di vivere un po’ del nostro mondo artistico e di scoprirci per esempio, attraverso un omaggio a Raffaella Carrà o ad esibizioni suonate e cantate dal vivo, con fisarmonica e chitarra che solitamente usiamo nei nostri live show.


Avete mai fatto delle cover di canzoni di Eurovision? 

Non ancora, ma ci stiamo pensando!

Noi vi vedremmo molto bene in una versione di “Voilà” (seconda classificata lo scorso anno) accompagnata con la fisarmonica.

Cogliamo il suggerimento con molto piacere ringraziandovi per la dritta e, se mai ci vedrete esibire in questa performance, sarà sicuramente dedicata a voi!

Secondo voi perché Eurovision piace così tanto alla comunità LGBTIQ+? 

C’è molto più colore e spettacolarizzazione rispetto ad altre occasioni di questo genere. Ad Eurovision è molto forte il senso della performance e sono in molti in questo festival, a strizzare l’occhio all’essenza più pura dello spettacolo.

Il mondo della musica può fare qualcosa per le battaglie della (nostra) comunità LGBTIQ+? 

Assolutamente. Lo ha sempre fatto e continuerà a farlo. La musica è sempre stato uno strumento importante che si è sempre fatto veicolo di messaggi fondamentali, uno tra tutti, la libertà. Quasi tutti i grandi cantanti, da Bowie a Madonna, hanno fatto veri e propri cambiamenti di costume nella società, attraverso le loro performance. Di questo momento ne è esempio concreto il giovanissimo Blanco.

Volete dire qualcosa ai nostri lettori? 

Buon Eurovision IN a tutte, tutti e tuttƏ!

Potete rimanere aggiornati e seguire le Karma B sui loro social: Facebook, Instagram, Twitter, TikTok e vedere le loro esibizioni sul canale YouTube.

©️ Riproduzione riservata