Foto: Michael Tumarkin

Israele: EBU mette in guardia il governo israeliano. Eurovision a rischio?

In un comunicato stampa. il direttore di EBU mette in guardia il governo israeliano su possibili violazioni dell’indipendenza dell’emittente KAN.

Noel Curran, direttore generale EBU, avrebbe infatti inviato una lettera al premier israeliano Benjamin Netanyahu chiedendo spiegazioni sul progetto di riforma del sistema televisivo.

A suscitare i dubbi di Curran sono state la parole pronunciate dal Ministro delle telecomunicazioni Shlomo Karhi, che avrebbe messo in discussione l’indipendenza stessa di KAN.

Il governo non dovrebbe finanziare un canale televisivo in particolare, non ci dovrebbe essere proprio un servizio pubblico.

Shlomo Karhi, Ministro delle Telecomunicazioni israeliano

L’assenza di un servizio di informazione pubblica farebbe automaticamente decadere lo status di KAN come membro di EBU e quindi precluderebbe la partecipazione all’Eurovision Song Contest.

Non è la prima volta che il governo Netanyahu prova a smantellare il servizio pubblico (probabilmente perché non in grado di controllarlo direttamente). Già nel 2017 era stata annunciata la soppressione del servizio pubblico IBA, poi riparata con la creazione di KAN (che ne prende l’eredità ma con funzioni più limitate).