Foto: web

Israele: Linet vorrebbe andare ad Eurovision, ma fanno discutere le sue posizioni politiche

Tra i pretendenti al ruolo di rappresentante israeliano ad Eurovision Song Contest 2022 c’è anche Linet. La cantante israelo-turca ha incantato tutti ad XFactor, ma creano polemiche le sue posizioni politiche.

Nella quarta stagione di XFactor in Israele, Linet si è presentata alle audizioni cantando “Shemesh” e conquistando l’intero panel di giudici.


46 anni, Linet ha una lunga carriera musicale alle spalle divisa tra Israele e Turchia, le sue due patrie. Figlia di una cantante lirica turca, è nata e cresciuta in Israele. Inizia a cantare già a 5 anni e a soli 18 anni si presenta alle selezioni israeliane per Eurovision.

A Kdam 1993, la selezione israeliana in uso in quegli anni, porta “Aniana” e si classifica terza.

Questa partecipazione le apre le porte del mercato musicale turco. Vi rimarrà fino ad inizio anni 2000, per poi tornare brevemente in Israele e stabilirsi in Turchia dal 2007 fino allo scorso anno.


Ed è proprio durante la sua lunga permanenza in Turchia che la cantante inizia ad impegnarsi per la soluzione del conflitto israelo-palestinese, incidendo diverse canzoni in turco, ebraico ed arabo.

Gli ambienti più conservatori in Israele le rinfacciano di aver partecipato ad un convegno in Turchia dove sostengono abbia avvalorato tesi anti-sioniste. Di quel convegno, però, non esistono registrazioni che possano essere visionate.

La polemica sembra quindi tutta strumentale e volta a screditare le capacità musicali dell’artista, con il solo intento di promuovere un artista 100% israeliano e che possibilmente non sposi la tesi dei due popoli-due stati.

Fonte: The Jerusalem Post