Art: EIN

Italia: la vita e la carriera di Raffaella Carrà raccontata da Paolo Armelli in “L’arte di essere Raffaella Carrà”

Alla redazione di Eurovision In fa sempre piacere parlare di Raffaella Carrà, del resto senza di lei oggi non saremmo qui a scrivere.

Oggi però vogliamo segnalarvi una interessante lettura. Si tratta del libro “L’arte di essere Raffaella Carrà”, scritto da Paolo Armelli ed edito da Blackie Edizioni.

Il libro è una biografia “insolita” della nostra diva nazionale. Paolo Armelli sceglie una chiave di lettura davvero originale per portarci alla scoperta della “più amata dagli italiani”.

Non si ripercorre la vita di Raffaella in modo cronologico. Si lascia spazio, invece, ad un decalogo di insegnamenti che possiamo trarre dalla sua carriera e dalla sua vita privata.

Armelli ci porta alla scoperta del brand Carrà con il capitolo “Un nuovo taglio di capelli risolve tutto”. Nella vita dell’artista c’è stata sempre (o quasi) una costante: il caschetto biondo. Si è allungato o accorciato, la tonalità di biondo si è sempre più platinata. Quello che è certo è che parlando di Raffaella Carrà tutti la associno alla sua acconciatura.

Lo stesso potremmo dire dei suoi iconici costumi molto sopra le righe (ed infatti Drag Race Italia e Spagna le hanno dedicato dei runway), che spesso sono diventati corazza ed armatura. Una immagine molto diversa dalla Raffaella casalinga e che ci hanno raccontati i suoi più intimi amici, ricordandola intenta a cucinare il ragù o ad inveire in una partita a burraco.

Raffaella ci ha insegnato che si è sempre se stessi, nelle vittorie e nelle sconfitte. Tutto ci fa crescere, ma è anche giusto ed intelligente prendersi una pausa quando le cose non vanno come vorremmo. Si scende dalla giostra perché “C’è sempre una Spagna che ti aspetta”.

La Carrà ha costruito una carriera parallela in un mondo apparentemente lontano eppur così vicino al nostro, creando una sorta di unità mediterranea tra Italia e Spagna a suon di canzoni, costumi ed ospiti.

Ma è anche la diva italiana che ha saputo sdoganare il “people show”, colei che ha fatto entrare nei dizionari la parola “Carrambata”, quella che ha reso immortale il “Tuca Tuca”.

Questi sono alcuni degli insegnamenti che troverete nel libro, corredato anche da interviste a personaggi pubblici cha hanno a vario titolo interagito (personalmente o meno) con Raffaella Carrà. Si va da Vladimir Luxuria ad Alessandro Zan, passando per Vanessa Incontrada ed il “Carramba boy” Billo.

Paolo Armelli poi ci delizia con una carrellata esaustiva su programmi, musica e cinema che hanno visto come protagonista Raffaella.

Insomma un libro da non perdere se siete appassionati o semplicemente se volete conoscere di più sulla Carrà. (E anche una bella idea regalo con il Natale alle porte, ndr).

Trovate il libro in tutte le librerie o lo potete acquistare online su GoodBook, Amazon o molte altre piattaforme di e-commerce.