Foto: EBU

JESC 2021: la Francia non impara la lezione e lo Junior Eurovision è a rischio

Le cose, causa Covid, per la Francia si stanno mettendo male. L’impennata dei contagi, prevista per la fine dell’anno e nel periodo invernale, e l’arrivo di una nuova variante, stanno mettendo a rischio l’ipotesi di un normale svolgimento dello Junior Eurovision 2021.

Il Kazakistan a rischio partecipazione

Molti potrebbero non poter partecipare in loco allo JESC a Parigi il prossimo 19 dicembre, per le restrizioni ai viaggi o la chiusura dei confini. Al momento è il Kazakistan ad avere questo problema. Il paese è rappresentato dal duo Alinur e Beknur, quest’ultimo disabile, il che renderebbe ancora più delicato e difficoltoso un eventuale viaggio verso la Francia.


Se il paese non riuscisse a recarsi a Parigi, sarà trasmesso il videoclip e il pubblico voterà basandosi solo su quello. Nessun live on tape quindi, non previsto ed anzi scartato inizialmente dagli organizzatori.

Il motivo? I costi. Si è deciso di ammettere soltanto i video musicali ufficiali per ammortizzare i costi richiesti per la creazione dei live on tape.

Al momento in cui scriviamo, nessun paese ha ufficialmente emesso restrizioni per i viaggi verso la Francia.

Sta di fatto che la Francia sembra aver sottovalutato la situazione pandemica e non abbia preso alcuna precauzione in vista dell’evento, che coinvolgerà moltissimi minorenni da tutta Europa.

Noi speriamo che tutto si svolga per il meglio, e che il prossimo Junior Eurovision possa essere il più possibile una festa per i ragazzi che vi parteciperanno, in piena sicurezza.

Fonte: Eurovoix

Cosa ne pensate? Fatecelo sapere con un commento sui social!