Kazakistan: il paese continua a sperare nel debutto ad Eurovision 2023

La Khabar Agency continua a sperare che possa fare il suo debutto all’Eurovision Song Contest nel prossimo futuro. Il produttore Zhan Mukanov ha parlato delle speranze dell’Agenzia Khabar per l’Eurovision 2023, durante la conferenza stampa riguardante la partecipazione allo JESC di quest’anno:

Io stesso amo molto l’Eurovision, soprattutto quello per bambini. È molto bello che stiamo partecipando per la quinta volta quest’anno. Abbiamo tutte le possibilità e le opportunità per fare qualcosa di incredibile. Dal momento che l’Agenzia Khabar è un membro ufficialmente accreditato della European Broadcasting Union, ci sono tutte le possibilità di entrare nell’Eurovision per adulti il ​​prossimo anno. Spero davvero, speriamo che tutto funzioni.

Zhan Mukanov

La Khabar Agency è membro associato della EBU dal 2016, il che significa che per poter competere nell’Eurovision Song Contest dovrebbe essere invitata a competere dalla stessa EBU.

Sicuramente il Kazakistan parteciperà allo JESC 2022 in Armenia, dal momento che sarà David Charlin a sventolare la bandiera del paese a Yerevan.

Lo scorso anno, oltre allo status con EBU è saltato fuori il problema legato al televoto. Infatti il Kazakistan condivide lo stesso prefisso con la Russia (+7) ed il nuovo prefisso (+997) sarà adottato all’inizio del 2023. Il Ministro dello sviluppo digitale e dell’innovazione, Bagdat Musin a tal proposito ha dichiarato:

La domanda è al lavoro. Abbiamo un accordo con la Russia, firmato nel 2006, sulla condivisione del prefisso +7, ma c’è una sfumatura per cui un qualsiasi dei paesi che hanno firmato l’accordo può risolverlo con un preavviso di sei mesi. Ecco perché nel 2021 abbiamo inviato una domanda per l’assegnazione di un nuovo codice. L’Unione Internazionale delle Telecomunicazioni ci ha assegnato il codice +997. Stiamo conducendo i lavori preparatori per la transizione, ma stiamo ancora negoziando con l’International Telecommunication Union sul modo migliore per cambiare il codice, in modo che questo possa essere fatto indolore per i kazaki e gli operatori.

Bagdat Musin

Quando il nuovo prefisso entrerà in vigore, sia il nuovo e il vecchio potranno essere utilizzati in parallelo per due anni. La transizione completa dovrebbe entrare in vigore a partire dal 2025.

Fonte: ortcom.kztengrinews.kz

L’EBU inviterà il paese a partecipare ad Eurovision 2023?