Foto: EBU

L’Italia all’Eurovision: quando scopri che il contest è più italiano di quanto pensi

L’Italia ha vinto l’Eurovision. Dopo dieci anni dal nostro ritorno, e dopo 30 anni dalla nostra ultima vittoria l’anno prossimo vedremo un Eurovision finalmente Made in Italy.

Ma c’è stata sempre un pò di Italia a quasi ogni edizione dell’Eurovision (persino quando non abbiamo partecipato…) ed eccoci allora a scoprire i momenti in cui la musica italiana è stata celebrata durante la storia del contest.

Le cartoline

Nel nostro ultimo Eurovision made in Rome, una delle idee migliori fu quelle di creare delle postcard in cui ogni partecipante si cimentava in una canzone italiana famosa. Un’idea da replicare per il prossimo anno? Rai, fossimo in voi un pensierino ce lo faremmo…


In tempi più recenti, nel 2015, anche il trio de Il Volo si è cimentata in una famosa canzone italiana, celebrando Domenico Modugno e il brano “Ciao, Ciao, Bambina”.


Ci siamo persi a Verona!

Estonia 2017, Koit Toome e Laura portano il brano che cita la famosa città degli innamorati: Verona. Molti forse non sanno che di quel brano ne è stata fatta una versione interamente in italiano.

Nel video vediamo i due cantanti cimentarsi in un ottimo italiano. Enjoy it!


Volare… la vera hit italiana mondiale!

E che dire del brano di successo “Volare”? Terzo posto all’Eurovision 1958, ma uno dei brani più iconici e ricordati di sempre. Non c’è americano, asiatico o australiano che non abbia intonato almeno una volta “volare..oh, oh! cantare…oh,oh,oh! Nle blu dipinto di blu!”. Dato l’enorme successo ne furono realizzate diverse cover come quella (altrettanto famosa) dei Gypsy King, Dean Martin e persino Berry White.




Volare…ad Istanbul

Restando in tema, vogliamo ricordare come durante la finale dell’Eurovision 2004 ad Istanbul dove i due presentatori intonato con l’intera arena dell’Abdi İpekçi il brano di Domenico Modugno. Pensando che in quegli anni non partecipavamo nemmeno (ci eravamo ritirati già da 6 anni e saremmo tornati soltanto 7 anni dopo), ci fa capire quanto l’Italia e l’italiano siano amati dai fan eurovisivi.


Versioni italiane a go go

Negli anni 60/70 era solito per una canzone realizzarne diverse versioni per i diversi mercati musicali, nelle lingue europee più parlate come spagnolo, tedesco, francese ed italiano. Tra queste ricordiamo “Un pò di pace” della tedesca Nicole Hohloch, versione italiana di Ein Bisschen Frieden, e “Non si vive di paura” di Anne-Marie David per la sua versione francese “Tu te reconnaitras”. Ma ovviamente ce ne sono tante altre ancora…



Cover, cover ed ancora cover!

Abbiamo detto quanto l’Italia e la lingua italiana piaccia agli stranieri e nello specifico agli eurofans. E sono altrettanto tanti gli artisti che si sono cimentati in cover di canzoni italiane eurovisive, come Nathan Trent che canta in una convincente esecuzione “L’Essenziale” di Marco Mengoni e Tamara Todevska in un’interessante cover di “Soldi” di Mahmood.



Anche se non si tratta di una canzone Eurovisiva, anche Sergey Lazarev si è cimentato in un pezzo italiano, in particolare tratto dall’Opera lirica de “La Traviata” (lo avevamo già sentito nel nostro articolo sugli artisti come non li avete mai sentiti). Ancora una volta ci rendiamo conto di quanto il nostro patrimonio culturale e musicale attragga gli stranieri e venga apprezzato nel mondo.

Italian out of nowhere

Alcuni paesi ci hanno sorpreso cantando in italiano, seppur non lingua ufficiale del proprio paese, come Lettonia 2007 ed Estonia 2018. Senza dimenticare nello stesso anno la rappresentante lettone Laura Rizzotto di chiare origini italiane. Beh che dire, l’italiano è una lingua che travalica ogni confine!



Italian Eurovision Party!

Una cosa che ha spiazzato, in positivo, gli eurofan italiani quest’anno è stata la trovata della Rai dell’Italian Eurovision Party. Un evento, poco sponsorizzato, ma davvero gradevole in cui tutti gli artisti di quest’anno hanno celebrato il nostro paese, intonando canzoni, citando i loro piatti preferiti, o raccontando un loro personale ricordo legato all’Italia.


Italians do it better!

Per finire, vi lasciamo il video ufficiale del canale Eurovision che ripercorre e celebra la nostra partecipazione in tutti questi anni di Eurovision Song Contest.


Allora, siamo riusciti ad alzare il vostro livello di patriottismo?! Fatecelo sapere sui social!