• Home
  • Eurovision
  • Rotterdam 2021
  • Unisciti a noi
  • About

Eurovision 2021: le prove per testare la sicurezza dell’evento cominceranno a gennaio

La Segreteria di Stato degli Affari Economici olandese ha confermato che a gennaio (quindi ben 4 mesi prima dello show Eurovisivo che si terrà il 18, il 20 e il 22 maggio) inizieranno le prime prove per testare tutte le misure atte ad evitare il contagio e creare spettacoli in tutta sicurezza.

Riduzione della capacità, distanziamento e test sono solo alcune delle misure previste per contenere i contagi.

Come si svolgeranno questi eventi “prova”

Inizialmente questi eventi “prova” verranno effettuati in zone dove c’è un livello 1 di rischio, quindi basso, e consisteranno in:

  • Gli assistenti e gli operatori che lavoreranno durante gli eventi dovranno mostrare la prova negativa ai test e sottoscrivere un’autodichiarazione 24 ore prime dell’evento dove si attesta il proprio stato di salute;
  • Chi parteciperà agli eventi sarà obbligato a evitare contatti con gruppi a rischio per almeno 14 giorni dopo lo spettacolo o la partita;
  • Le prime strutture che testeranno queste nuove modalità di fare spettacoli saranno lo Ziggo Dome ad Amsterdam (dove sono previsti due concerti con 1300 assistenti) e il teatro Beatrix a Utrecht;
  • Il pubblico verrà diviso in gruppi che non entreranno in contatto tra loro. Ogni gruppo avrà a disposizione un proprio bar e un proprio bagno.

Di sicuro questo piano ci fa ben sperare che l’Eurovision si svolga all’Ahoy Arena l’anno prossimo in condizioni di simil-normalità, seppur con ridotta capacità e il rispetto delle norme sanitarie che stiamo già seguendo.

La Segreteria di Stato ci ha tenuto a precisare però che ciò non sarà possibile se non ci sarà una drastica riduzione del numero dei contagiati.

Gli scenari per far sì che l’Eurovision 2021 abbia luogo

Gli organizzatori, dopo la dolorosa scelta di cancellare l’Eurovision 2020 a marzo, sembrano aver preso in mano la situazione, consci però del fatto che il virus non andrà via tanto facilmente e velocemente.

Per questo l’EBU ha delineato 4 possibili scenari per l’Eurovision 2021. Da a quello più ottimista a quello più pessimista con il quale vedremmo ogni partecipante esibirsi dal proprio paese.

I Paesi Bassi sono in semi lockdown, ma gli olandesi sanno che prima o poi bisognerà ritornare alla “normalità” per far ripartire il motore economico del paese e soprattutto il settore degli eventi/spettacoli. Ovviamente il tutto rispettando le norme principali, come indossare la mascherina, lavarsi le mani e mantenere il distanziamento sociale.

Sembra che giorno dopo giorno si stia davvero cercando di metter su un programma ben delineato per far fronte ad ogni evenienza e normalizzare il più possibile lo svolgimento degli spettacoli futuri.

Interno della Rotterdam Ahoy | Source: web

Fonte: Eurovision -Spain.com

error: