• Home
  • Eurovision
  • Unisciti a noi
  • About

Oggi 2 agosto è un giorno di festa per la Macedonia del Nord. Nel 1944, infatti, viene fondata la Repubblica di Macedonia.

In questa data si ricordano due altri eventi importanti per la Macedonia. Infatti nel 1903 ebbe luogo la rivolta di Ilinden e nel 338 a.C la vittoria nella battaglia di Cheronea. Dal 2 agosto 1994 la Macedonia del Nord è finalmente uno stato e non deve render conto alla Jugoslavia.

Abbiamo quindi deciso anche noi di celebrare la Macedonia del Nord, raccontandovi la sua storia eurovisiva iniziata nel 1998.

Kaliopi, la Valentina Monetta macedone?

Se pensare che Valentina Monetta sia l’unica cantante ad aver calcato il palco eurovisivo così tante volte che ormai viene scambiata per un addetta ai lavori vi sbagliate di grosso perché anche la Macedonia del Nord ha la sua mitica e inimitabile Valentina Monetta. Kaliopi Bukleska, nata a Ohrid, ha tentato di partecipare all’Eurovision Song Contest esattamente CINQUE volte e ribadisco CINQUE VOLTE.

Il suo primo tentativo è stato nel 1996 con la canzone Samo Ti. Purtroppo il suo brano è stato scartato durante la preselezione audio e quindi non si è potuta esibire nella capitale norvegese. Kaliopi ritenta di entrare in gara nel 2005, ma non essendo d’accordo con il regolamento della selezione decide di ritirarsi. Le apparizioni mariane della nostra amata e ormai amica Kaliopi non sono terminate qua. Nel 2009 partecipa allo Skopje Fest per rappresentare il proprio paese, ma non riesce a vincerlo.

Nel 2011 finalmente riesce a partecipare all’Eurovision con la canzone Crno i belo piazzandosi tredicesima nella serata finale. Nel 2016 partecipa di nuovo all’Eurovision con la canzone Dona, ma questa volta non riesce a classificarsi per la serata finale.

Macedonia del Nord = #maiunagioia

La Macedonia del Nord incarna esattamente quello che è il famoso mood e hastag #maiunagioia. Oltre a non esser riuscita a passare la preselezione audio del 1996, sono molte le volte che il paese ex jugoslavo non è riuscito a passare in finale.

Di tutte queste volte, due sono quelle in cui se noi fossimo stati la Macedonia avremmo mandato a quel paese l’Eurovision. Nel 2008 e nel 2009 infatti i paesi che passavano in finale grazie al pubblico erano nove e a questi nove si aggiungeva un decimo ripescato dalla giuria. In entrambe le edizioni la Macedonia del Nord arriva decima, ma non venne ripescata dalla giuria.

La Macedonia del Nord inoltre è una dei paesi ad aver vinto più volte il Barbara Dex Award con ben due vittorie. La prima nel 2005 con l’abito indossato da Martin Vučić che quell’anno cantò la canzone Make My Day. L’ultimo Barbara Dex Award però è stato vinto nel 2019 dal gruppo Eye Cue. Infatti quell’anno la cantante Marija Ivanovska decise di vestirsi con due abiti. Un palese sacco della spazzatura rosa e un abbinamento da far impallidire Enzo Miccio.

Macedonia del Nord: fra matrimoni in diretta e Proud

È il 2017 e per la Macedonia del Nord viene rappresentato da Jana Burčeska con la canzone Dance Alone. Nonostante sia una delle favorite della serata non riesce a passare in finale. Jana però passa alla storia eurovisiva per due motivi: aver ballato e cantato con un figlio in grembo e per aver ricevuto dal proprio compagno Alexander una proposta di matrimonio in diretta mondiale che ovviamente la donna ha accettato.

La Macedonia del Nord ha spiccato nella classifica finale soltanto una volta. Stiamo parlando del 2019 quando Tamara Todeveska porta il suo paese in top ten per la prima volta. Infatti con la sua canzone Proud, usata anche per il primo gay pride macedone, riesce a conquistare i voti delle giurie e a ottenere il settimo posto. Tamara però non è alla prima partecipazione. La prima volta all’ESC infatti è nel 1997 partecipando al Skopje Fest con il brano Igra luda in duetto con la sorella Tijana. Nel 2007 partecipa nuovamente alla selezione macedone, ma si classifica seconda. L’anno dopo riesce a calcare il palco eurovisivo con Vrčak e Adrijan Gaxha cantando la canzone Let Me Love You (Vo ime na ljubovta in originale). I tre però si piazzano undicesimi con pochi punti di differenza dal decimo paese classificato.

error: