Foto: EBU/Andres Putting

Macedonia del Nord: Vasil spiega l’idea dietro il suo outfit per Eurovision 2021

Ieri Vasil si è esibito per la prima volta sul palco di Rotterdam. Dopo le sue prove si è concesso per la prima volta alla stampa nel Meet & Greet ufficiale di Eurovision Song Contest 2021.

Visibile l’emozione negli occhi del cantante macedone dopo essersi esibito per la prima volta dopo tanti mesi su un palco di queste dimensioni.

All’interno dell’intervista c’è stato modo per Vasil di spiegare il concetto dietro l’outfit che ha portato sul palco.

Il cantante ha lavorato con l’art director Tine Matulessy, già nel team di Tamara Todevska ad Eurovision 2019.

La performance si apre con una serie di elementi in post produzione. Linee dorate che si compongono sul petto di Vasil. Sono ispirate al kintsukuroi, l’arte giapponese di riparare con l’oro i cocci di procellana. L’oro impreziosisce qualcosa che si pensava rotto ed irrecuperabile e ben si unisce al verso “they all tried to break us”.

L’outfit si evolve lasciando vedere degli specchi che riflettono la luce.

Uno specchio può essere il nostro miglior amico o il nostro peggior nemico.

Vasil

Per Vasil la più grande difficoltà è proprio affrontare uno specchio e avere la capacità di gestire la verità che lo specchio ci saprà rendere. Lo specchio però simboleggia anche l’attacco da parte degli altri, in quanto riflesso della loro insicurezza.

Vasil con la luce riflessa su quegli specchi ha voluto dire che si può trasformare un momento buio in qualcosa di bello e che si possano a mettere a tacere gli haters rispedendo a loro amore e luce di speranza.

Cosa ne pensate della performance di Vasil? Fatecelo sapere con un commento sui nostri social!