Foto: SVT / Stina Stjernkvist

Melodifestivalen 2021: guida completa alla seconda semifinale

Prosegue sabato 13 febbraio l’edizione 2021 del Melodifestivalen, la seleziona nazionale svedese organizzata dalla tv statale SVT.

Come di consueto l’evento si svolge su 6 settimane: 4 semifinali, il ripescaggio (Andra Chansen) e la finale. Quest’anno a causa della pandemia, il Melodifestivalen non attraverserà la Svezia con appuntamenti in 6 città diverse. La totalità degli show saranno all’Annexet di Stoccolma e condotti da Christer Björkman.

Scopriamo insieme tutto sulla seconda semifinale.

I presentatori: Anis Don Demina & Oscar Zia

Foto: SVT / Jan Danielsson

Ad affiancare Christer Björkman nella seconda semifinale saranno Anis Don Demina e Oscar Zia.

Anis Don Demina torna al Melodifestivalen per la quarta volta. Si affaccia la prima volta in modo discreto nel 2018 come sassofonista per Samir & Viktor in “Shuffla”. In coppia con Zeana in ”Mina bränder” nel 2019 ed infine con la sua hit ”Vem e som oss” lo scorso anno. Nonostante sia un esperto Youtuber, non ha mai condotto un programma televisivo.

Ogni volta che sono stato al Melodifestivalen mi sono detto che sarebbe stata una figata condurlo. E ora eccomi qua!

Anis Don Demina

Se Anis Don Demina è un debuttante alla conduzione, non possiamo dire lo stesso di Oscar Zia. Ha presentato il gala musicale Rockbjörnen nel 2015 e nel 2016, mentre nel 2017 ha condotto il suo talk show “Zia med Nessvold”. In gara al Melodifestivalen invece è stato nel 2014 con “Yes We Can” e ha raggiunto il secondo posto nel 2016 con “Human”.

Sono incredibilmente felice per questo ruolo, è sempre stato un mio sogno condurre il Melodifestivalen. Ed in più potrò farlo con Anis.

Oscar Zia

I cantanti in gara

Anton Ewald – “New Religion”

Foto: SVT / Stina Stjernkvist

Anton Ewald si è imposto al pubblico grazie al Melodifestivalen 2013 con “Begging”. Negli anni successivi ha ricevuto nomination ai Grammys, Rockbjörnar e agli MTV Awards.

Negli ultimi anni si è trasferito a Miami dove ha lavorato con il producer Rami Yacoub (Backstreet Boys, Britney Spears, One Direction per citarne alcuni). Ha lavorato come modello e insegnato danza moderna. Torna in Svezia quest’anno con la voglia di proporci qualcosa di nuovo.

“New Religion” è stata scritta da Joe Killington, Maja Strömstedt e Jonas Wallin, oltre che da Anton stesso. Wallin è anche autore delle hit di Wiktoria al Melodifestivalen.

Dice della sua canzone:

La mia canzone è nata in studio mentre mi confrontavo con gli autori. Ci è venuta l’idea di questo ritornello con una melodia in loop e ci siamo detto che era fatta. Ci sarà tanta velocità, ballo, energia e darò tutto me stesso.

Anton Ewald

Julia Alfrida – “Rich”

Foto: SVT / Stina Stjernkvist

La cantautrice Julia Alfrida è stata la prima artista annunciata al Melodifestivalen 2021 in quanto vincitrice del concorso radiofonico P4 Nästa. Il suo genere cross-border è influenzato dal dark pop e dal hip hop, con testi che riflettono il suo bagaglio personale.

Il primo successo per Julia è stato il singolo “HER” che l’ha portata sui palchi dei Pride di Stoccolma e Copenhagen nel 2019.

Gli autori di “Rich” sono la stessa Julia Alfrida con Jimmy Jansson e Melanie Wehbe. Jansson ha una lunghissima carriera al Melodifestivalen, mentre Melanie Wehbe ha scritto la canzone vincitrice dello scorso anno.

Dice della sua canzone:

La canzone parla di accettazione e diversità. Siamo tutti diversi ma ugualmente importanti.

Julia Alfrida

WAHL feat. SAMI – “90-talet”

Foto: SVT / Stina Stjernkvist

Christopher Wahlberg, ovvero WAHL e SAMI Rekik, sono il risultato di una combinazione di mondi diversi. Il primo proviene dal duo SödraSidan mentre il secondo dal duo Medina. Le carriere nei rispettivi gruppi parlano da sole, ma questa è l’occasione per entrambi di fare qualcosa di nuovo.

“90-talet” è stata scritta da Josefin Glenmark, Andreas Larsson, Sami Rekik, Christopher Wahlberg e Jesper Welander. Un team praticamente al debutto nella competizione.

Dicono della loro canzone:

Gli spettatori possono aspettarsi energia, ballo, colori e un pizzico di nostaglia.

WAHL feat. SAMI

Frida Green – “The Silence”

Foto: SVT / Stina Stjernkvist

Nella regione di Österlen, nel sud della Svezia, tutti conoscono Frida Green. Ha cantato in migliaia di battesimi, funerali ed eventi locali. Dopo una lunga gavetta come corista, per la ventottenne è arrivato il momento del debutto nello show più importante del paese.

“The Silence” è firmata da Anna Bergendahl, Joy Deb, David Lindgren Zacharias e Bobby Ljunggren. Nulla da aggiungere sulle solite vecchie volpi Ljunggren e Deb, ma qui vediamo anche lo zampino di Anna Bergendahl, vera protagonista di una rinascita artistica.

Dice della sua canzone:

La canzone è una fonte di energia, ti da la carica, è grandiosa.

Frida Green

Eva Rydberg & Ewa Roos – “Rena Rama Ding Dong”

Foto: SVT / Stina Stjernkvist

Eva Rydberg ed Ewa Roos sono tra le attrici più amate in Svezia. Le loro carriere sono costellate di successi teatrali, cinematografici e musicali. Hanno condiviso il palco molte volte ma per le due settantenni questa è una nuova sfida, ma non del tutto.

Eva Rydberg ha partecipato nel 1977. Mentre Ewa Roos ha sperimentato la gara canora nel 1963 quando ha partecipato ad uno concorso di canzoni per bambini a Riccione.

“Rena Rama Ding Dong” è stata scritta da Ari Lehtonen, Kalle Rydberg e Göran Sparrdal. Kalle è ovvimente figlio di Eva Rydberg. Inutile dire che salta all’occhio una assonzanta tra questo Ding Dong e quello del celebre film di Netflix.

Dicono della loro canzone:

La canzone è allegra, ritmata e diremmo quasi eccentrica. Quando ci vedrete sul palco cic auguriamo di strapparvi un sorriso ed una risata.

Eva Rydberg & Ewa Roos

Patrik Jean – “Tears run dry”

Foto: SVT / Stina Stjernkvist

Patrik Jean ha una lunga carriera come autore e ha vinto il Melodifestivalen 2020. Quest’anno invece vuole dimostrare le sue qualità come interprete e chissà portare la sua canzone a Rotterdam.

“Tears run dry” è scritta da Herman Gardarfve, Patrik Jean e Melanie Wehbe. Il team che ha sbancato nel 2020 con “Move” è tornato!

Dice della sua canzone:

Mi rispecchia molto. È quel tipo di canzone che non capisci se ti fa piangere o ti fa ballare o forse piangere e ballare.

Patrik Jean

Dotter – “Little Tot”

Foto: SVT / Stina Stjernkvist

Per un solo punto Dotter non ha vinto il Melodifestivalen 2020 con ”Bulletproof”. Il secondo posto in qualche modo le ha dato enorme visibilità con il pubblico e nonostante l’annata strana ha inciso moltissima musica.

Dotter ha anche una lunga carriera come autrice e ha duettato e accompagnato in tour Måns Zelmerlöw.

“Little Tot” è stata scritta da Dotter con Dino Medanhodzic, suo compagno nel lavoro e nella vita. Insieme hanno scritto anche “Bulletproof” lo scorso anno.

Dice della sua canzone:

La canzone parla di come imparare a convivere col proprio ego. La pressione rispetto allo scorso anno è tanta. Voglio che gli spettatori possano dire che ho dato davvero il massimo.

Dotter

📺 Appuntamento con il Melodifestivalen 2021 su SVT Play sabato 13 febbraio alle ore 20:00 CET!