Foto: SVT/Jan Danielsson

Melodifestivalen 2021: guida completa alla terza semifinale

Prosegue sabato 20 febbraio l’edizione 2021 del Melodifestivalen, la seleziona nazionale svedese organizzata dalla tv statale SVT.

Come di consueto l’evento si svolge su 6 settimane: 4 semifinali, il ripescaggio (Andra Chansen) e la finale. Quest’anno a causa della pandemia, il Melodifestivalen non attraverserà la Svezia con appuntamenti in 6 città diverse. La totalità degli show saranno all’Annexet di Stoccolma e condotti da Christer Björkman.

Scopriamo insieme tutto sulla terza semifinale.

Il presentatore: Jason Diakité

Foto: SVT / Jan Danielsson

Ad affiancare Christer Björkman nella terza semifinale sarà Jason Diakité.

Jason Timbuktu Diakité è conosciuto in Svezia come cantante. I suoi più grandi successi “Alla vill till himlen men få vill ju dö” e “Resten av ditt liv” gli hanno fruttato premi e nomination. Di recente ha pubblicato la sua biografia, aggiungendo un nuovo capitolo al suo ricco CV. Nonostante la sua versatilità, il Melodifestivalen è un terreno completamente inesplorato per Jason Diakité.

Sarà emozionante, anche se il Melodifestivalen per me è un terreno completamente sconosciuto. Sono contento di non dover competere.

Jason Diakité

I cantanti in gara

Charlotte Perrelli – “Still Young”

Foto: SVT/Jan Danielsson

Per Charlotte Perrelli si tratta della settima partecipazione al Melodifestivalen. Il suo debutto, come Charlotte Nilsson, nel 1999 le è valso la vittoria poi bissata anche a Gerusalemme all’Eurovision Song Contest. La sua “Tusen och en natt” poi tradotta in “Take Me to Your Heaven” ha avuto tanto successo quanto le polemiche per presunto plagio che si è tirata appresso.

È tornata come conduttrice nel 2003 e nel 2004 per poi tornare in gara e vincere nel 2008 con “Hero”. Non ha bissato però la vittoria ad Eurovision.

“Still Young” è scritta da Erik Bernholm, Thomas G:son, Charlie Gustavsson e Bobby Ljunggren. Ljunggren ha già lavorato con Charlotte come autore di “Hero”. Bernholm e G:son non hanno bisogno di molte presentazioni.

Dice della sua canzone:

Nella nostra testa non invecchiamo mai. E questo è un po di cosa parla la canzone. Quando l’ho sentita per la prima volta mi sono detta “è quella giusta”. Ho avuto la stessa sensazione nel 2008 con “Hero”.

Charlotte Perrelli

Emil Assergård – “Om allting skiter sig”

Foto: SVT/Jan Danielsson

Emil è un artista e cantautore di 29 anni nato nel piccolo villaggio di Undrom, nel comune di Sollefteå. Dal suo album di debutto “Rakt från hjärtat” nel 2013, ha pubblicato oltre 50 canzoni, inclusi successi come “All in” e “Jag råkade sälja min bästa vän”.

Emil ha ricevuto numerosi dischi di platino e oro, e nel 2019 è stato nominato per “Male Live Artist of the Year” nel premio musicale Rockbjörnen di Aftonbladet. Per lui è un debutto al Melodifestivalen.

Gli autori di Om allting skiter sig sono lo stesso Emil Assergård insieme a Jimmy Jansson, Jimmy “Joker” Thörnfeldt, Anderz Wrethov e Johanna Wrethov. Anderz Wrethov è tra gli autori di “Too Late For Love”, canzone vincitrice con John Lundvik nel 2019.

Dice della sua canzone:

È una canzone sul fatto che non è mai troppo tardi per ricominciare. Tutto può essere risolto, finché vuoi e hai la forza per combattere.

Emil Assergård

Klara Hammarström – “Beat of broken hearts”

Foto: SVT/Jan Danielsson

Klara Hammarström ha debuttato al Melodifestivalen lo scorso anno con “Nobody” e ora è tornata con una ballata. Per il pubblico svedese il volto di Klara però è legato al reality “Familjen Hammarström”, che racconta le vicende della sua famiglia ed il loro allevamento di cavalli.

“Beat of broken hearts” è scritta da Niklas Carson Mattsson, Fredrik Kempe, David Kreuger e Andreas Wij. Kempe è autore di ben 4 vincitori del Melodifestivalen, tra i quali “Undo”, “Popular” e “Hero”.

Dice della sua canzone:

È una canzone con cui molti possono identificarsi e che arriva con un messaggio molto carino, e direi che è una canzone molto bella che potresti quasi prendere da un film Disney.

Klara Hammarström

Mustasch – “Contagious”

Foto: SVT/Jan Danielsson

I Moustache sono una delle più grandi band hard rock svedesi. Con successi come “Double Nature”, “Thank You For the Demon” e “Lawbreaker”, la band ha costruito un vasto pubblico, anche a livello internazionale, ed è stata in tour in tutto il mondo.

Il frontman della band Ralf Gyllenhammar ha partecipato al Melodifestivalen 2013 ed è arrivato in finale con “Bed on Fire”. Quattro anni dopo, i Mustasch hanno partecipato come ospiti con Hasse Andersson con un’acclamata versione di “Änglahund”.

“Contagious” è firmata da Ralf Gyllenhammar e David Johannesson, membri della band.

Il frontman Ralf dice della loro canzone:

La nostra canzone è un fottuto hard rock classico con un ritornello molto contagioso.

Ralf Gyllenhammar

Elisa – “Den du är”

Foto: SVT/Jan Danielsson

Elisa Lindström ha debuttato al Melodifestivalen 2014 con “Casanova”. La sua carriera musicale è iniziata molto prima, quando durante il liceo ha iniziato ad esibirsi come cantante e ballerina. Ha vinto l’edizione svedese di Let’s Dance ed è stata protagonista di svariati musical, tra i quali “Sound of Music” all’Opera di Malmö.

“Den du är” è stata scritta da Ingela “Pling” Forsman, Bobby Ljunggren e la stessa Elisa Lindström.

Dice della sua canzone:

Se dovessi descrivere la mia canzone in una frase, direi che non può essere descritta a parole. È qualcosa di davvero grande.

Elisa

Alvaro Estrella – “Baila Baila”

Foto: SVT/Jan Danielsson

La scorsa primavera, Alvaro Estrella è arrivato con Mendez e la canzone “Vamos Amigos” fino alla finale del Melodifestivalen. Nel 2014 debutta al concorso come artista con il contributo “Bedroom”. Ma anche prima era un volto familiare al Melodifestivalen come corista e ballerino, tra gli altri, di Danny Saucedo ed Eric Saade. Ha già calcato il palco dell’Eurovision con Robin Bengtsson e Sergey Lazarev.

“Baila Baila” è scritta da Linnea Deb, Jimmy “Joker” Thörnfeldt e Anderz Wrethov.

Dice della sua canzone:

Gli spettatori possono aspettarsi una scoppiettante fiesta latina con il calore e l’amore al centro, perché voglio portare la festa a casa loro. Linnea Deb mi ha mandato la canzone e mi sono detto “eccola qua”. È andata così bene e sono così entusiasta di farvela sentire.

Alvaro Estrella

Tusse – “Voices”

Foto: SVT/Jan Danielsson

Tusse ha sfondato e impressionato dalla sua abilità artistica quando ha vinto Idol 2019. Dopo aver ottenuto un posto in semifinale, è stato rilasciato il primo singolo “My Soul Is Calling You”, che è un tributo alla sua defunta madre. Il singolo di debutto è stato seguito dalla ballata “A Better You”, un’interpretazione di “How Will I Know” di Whitney Houston. Questa primavera è uscito il primo singolo di Tusse dopo Idol, “Innan du går”, che è anche la sua prima canzone in svedese. Per il diciannovenne si tratta del debutto al Melodifestivalen.

“Voices” è stata scritta dal dream team Joy Deb, Linnea Deb, Jimmy ”Joker” Thörnfeldt e Anderz Wrethov.

Dice della sua canzone:

La mia canzone è nata quando ero in una sessione con Joy Deb e Linnea Deb e la mia band. Stavamo scrivendo musica, ma niente sembrava giusto e niente era vicino ai nostri cuori. Ma poi avevano già scritto una canzone davvero carina che ho sentito. Parla della comunità, della libertà e dell’importanza che tutte le voci vengano ascoltate.

Tusse

📺 Appuntamento con il Melodifestivalen 2021 su SVT Play sabato 20 febbraio alle ore 20:00 CET!