Foto: SVT

Melodifestivalen 2023: il ritorno di Mariette e di Cazzi Opeia?

A pochi giorni dall’annuncio ufficiale del cast del Melodifestivalen 2023, il quotidiano svedese Aftonbladet cerca di scovare nuovi partecipanti in gara.

Uno dei nomi che potrebbero tornare alla selezione nazionale svedese è quello di Mariette. Terza all’edizione 2015 con “Don’t Stop Believing”, ha ritentato la fortuna altre 3 volte con risultati progressivamente sempre più insoddisfacenti. Pare che nel 2023 si presenterebbe con una canzone scritta da Thomas G:son e Jimmy Jansson.


In aggiunta a Mariette, Aftonbladet avrebbe individuato un duo etno pop. Si tratterebbe di due debuttanti assolute, ma nipoti di un artista svedese di fama nazionale. Di chi si tratta con esattezza non è dato a sapere.

Rumors – chi sale e chi scende

Il quotidiano svedese avrebbe ulteriormente sondato artisti e case discografiche per capire chi altri potrebbe essere al via del Melodifestivalen 2023 (nulla a che vedere con le infinite e fantomatiche liste su Sanremo 2023).

Tra i nomi ancora in corsa ci sarebbero:

  1. Tareq Taylor (vincitore “Masked Singer”)
  2. Jon Henrik Fjällgren (ha partecipato già tre volte ed è stato scartato lo scorso anno)
  3. Anton Hagman (ha eliminato Loreen nel 2017)
  4. Eric Saade (ha vinto il Mello 2011 e partecipato altre 4 volte)
  5. un artista dall’etichetta “The Ten Guy” (Benjamin Ingrosso, Felix Sandman, Bishara, Danny Saucedo, Omar Rudberg, Oscar Enestad)
  6. Cazzi Opeia (che ha espresso desiderio di tornare in gara)

Chi invece ha già smentito tutto, facendo capire che non parteciperà, sono:

  1. Carola
  2. Amadeus Sogaard
  3. Cissi Wallin
  4. David Lindgren
  5. Charlotte Perrelli
  6. Jessica Andersson
  7. Lina Hedlund  
  8. Linda Bengtzing
  9. Shirley Clamp
  10. Nanne & Peter Grönvall
  11. Maria Rådsten
  12. David Lindgren

La lista messa insieme da Aftonbladet raccoglie 24 nomi sui 28 disponibili, ma (come ogni anno) le sorprese non mancheranno.

Il cast della manifestazione verrà annunciato con due conferenze stampa. Una il 29 ed una il 30 novembre.