Foto: SMRTV

San Marino: Monica Hill polemica su “Una Voce Per San Marino” ed Achille Lauro

Dalla sua messa in onda sabato 19 Febbraio, la finale di “Una Voce Per San Marino” ormai continua a far discutere per motivi di vario spessore.

Foto @visitsanmarino

A dire la sua è anche Monica Hill, ex corista per Laura Pausini, Achille Lauro ed Eros Ramazzotti che in un’intervista a UltimeNotizieflash.com ha commentato il senso del festival stesso.

Avente origini Sanmarinesi, la ex di Amici ha rivelato come nel corso degli anni il metodo di selezione del rappresentante sanmarinese fosse sconosciuto alla popolazione del Titano.

Per anni ai sammarinesi è sempre rimasto sconosciuto il meccanismo di accesso ad Eurovision. Ogni anno ci si chiedeva come fosse possibile che ci fosse questo o quell’altro artista e da dove fosse uscito. Anni fa lo chiesero anche a me, ma alla mia proposta di lavorare con una squadra da me suggerita, mi fu risposto picche, il pacchetto musicale era già pronto e deciso. Quest’anno hanno creato un contest apparentemente più trasparente, ma che ha messo d’accordo pochi.

Monica Hill
Monica Hill live su San Marino RTV

Monica Hill ci tiene a precisare come non sia contraria alla vittoria di Achille Lauro quanto più amareggiata dalla mancata rappresentanza effettiva dei talenti Sanmarinesi.

Cosa c’è di democratico nella competizione fra un artista affermato che è stato super ospite del Festival più importante (quello sì) d’Italia, e la ragazza sconosciuta appena uscita dal concorso di canto del suo paese? La disparità di mezzi non è lampante?  Come mettere un carro armato vicino ad una bicicletta. Sono sammarinese e vorrei che il mio stato fosse rappresentato (in qualsivoglia contesto) da un sammarinese, da chi lo conosce e lo ama, o in alternativa, come si fa per lo sport, da un talento talmente cristallino e indiscutibile da far dimenticare una provenienza diversa. 

Monica Hill

La cantante butta qualche “ombra” anche sulla nuova selezione nazionale di San Marino, infatti aggiunge:

Mi chiedo come siamo arrivati a questi 18 finalisti. Esiste una direzione artistica? Chi ha giudicato? Inoltre, aldilà delle opinioni da Facebook del giorno dopo, l’evento, tecnicamente parlando, faceva acqua da molte parti. Da artista sammarinese, il punto della questione non è tanto se io mi senta o meno rappresentata in Europa da Achille Lauro, il punto è perché San Marino utilizzi in questo modo un’opportunità così importante.

Monica Hill

Il pensiero/sfogo di Monica è lecito, da artista sammarinese ha deciso di mettersi in prima linea per cercare di capire come funziona la scelta del rappresentante del suo paese per l’Eurovision. Ci sembra meno opportuno che a farlo sia solo ora e non quando la macchina di Una Voce per San Marino è partita nel 2021.

Inoltre ci chiediamo come mai Monica Hill non abbia commentato allo stesso modo le scelte dell’emittente San Marino RTV di portare Senhit e Serhat ad Eurovision nelle passate edizione, loro non sono sammarinesi ma hanno comunque rappresentato il suo paese.

È forse questo un modo mascherato di candidarsi per la selezione 2023?

Concordate anche voi con Monica Hill o la pensate diversamente? Fatecelo sapere!