Foto: Rinse Fokkema

Paesi Bassi: Jeangu Macrooy offeso da una catena di supermercati

Bufera nei Paesi Bassi dopo che una nota catena di supermercati (Albert Heijn) ha messo in circolazione una pubblicità che faceva riferimento alla canzone di Jeangu Macrooy, rappresentante olandese all’Eurovision Song Contest 2021.

La pubblicità incriminata voleva promuovere dei BROCCOLI ad un prezzo stracciato.

Letteralmente dice “ne hai preso uno anche tu dopo aver ascoltato la nostra canzone?” facendo riferimento al verso in sranan tongo pronunciato da Jeangu:

YU NO MAN BROKO MI (You can’t break me)

La comunità originaria del Suriname che vive nei Paesi Bassi è numerosa e si è sentita offesa da questa pubblicità e ne ha chiesto l’immediato ritiro.

La catena di supermercati si è difesa dicendo che “Non è mai stato nostra intenzione offendere nessuno, ma è un post di due mesi fa e ci sono anche molte persone a cui è piaciuto”.

Per molti olandesi, la frase in sranan tongo “Yu no man broko mi” suona come “doe mij maar broccoli” (fai solo broccoli). Il significato letterale del detto surinamese è: “Nessuno può spezzarmi”, che si riferisce all’era della schiavitù.

Mitchell Esajas, presidente di The Black Archives, pensa che la catena di supermercati non abbia centrato l’obiettivo con l’annuncio.

È un peccato che un’azienda come Albert Heijn scherzi su qualcosa di importante nella cultura surinamese per interessi commerciali.

Mitchell Esajas

Lo Sranan Tongo è una delle lingue parlate nel Suriname, dove Jeangu è nato e cresciuto. Una lingua creola derivata dall’inglese durante gli oltre vent’anni di colonizzazione britannica e fortemente influenzata dall’olandese, dallo spagnolo, dal portoghese, dalle lingue dell’Africa occidentale e da quelle degli amerindi.

La lingua era nata nel primo Suriname coloniale come mezzo di comunicazione tra i popoli africani. Quando i Paesi Bassi iniziarono ad attribuire un’importanza crescente al territorio d’oltremare, la lingua olandese divenne dominante e lo Sranan Tongo fu bandito.

“Sranan è stato bandito per molto tempo”, ha detto Esajas. “La canzone e il videoclip hanno un certo significato culturale ed è quindi molto bello che ci sia spazio per questo sul palco dell’Eurovision Song Contest”.


error: