Foto: EBU/Andres Putting

Polonia: il sindacato dei musicisti chiede all’emittente di concentrarsi sui cantautori polacchi per l’Eurovision

L’Unione dei musicisti polacchi ha invitato l’emittente TVP a selezionare solo brani scritti da cantautori polacchi per l’Eurovision Song Contest.

Il sindacato vorrebbe che l’emittente cambiasse metodo di selezione per l’edizione che verrà, dal momento che il brano “The Ride” di Rafał Brzozowski, scritto e composto da un team svedese, non ha guadagnato la finale a Rotterdam.

Il Capo dell’emittente Jacek Kurski ha risposto che per promuovere la musica e gli artisti polacchi esiste già il Festival nazionale della canzone polacca a Opole che si svolge annualmente nel paese. Inoltre Jacek ha aggiunto che le regole dell’Eurovision non stabiliscono che una canzone debba essere scritta da autori del paese stesso.


Il presidente di TVP tuttavia propone al sindacato un’offerta interessante, e dichiara:

Vogliamo offrire collaborazione all’associazione, selezionate 15 canzoni per l’Eurovision entro la fine di quest’anno. Forse quella vincente sarà tra le vostre proposte!

Jacek Kurski

Queste parole sono indirettamente una conferma che la Polonia sarà presente all’Eurovision 2022 in Italia. Ma il sindacato continua con le richieste all’emittente TVP, dichiarando:

L’emittente TVP ha dimostrato di non avere né la competenza né la volontà di organizzare un concorso basato sulla scelta del rappresentante per l’Eurovision. La creazione di un concorso ben promosso sarebbe un passo in avanti culturalmente per la Polonia, senza dimenticare i media, che svolgerebbero il loro lavoro in modo efficace, e mostrerebbero la loro competenza.

Il sindacato dei musicisti, Związek Zawodowy Muzyków RP

Fonte: eurowizja

Voi da che parte state? Siete d’accordo con il sindacato dei musicisti o con il capo dell’emittente TVP? Fatecelo sapere sui nostri social!