Foto: TVP

Polonia: perché TVP ha scelto Rafał anziché riproporre Alicja?

Alicja avrebbe dovuto rappresentare la Polonia all’Eurovision Song Contest lo scorso anno con la canzone Empires.

Molti fans si aspettavano che venisse nuovamente selezionata per il 2021. Invece, la rete televisiva polacca ha selezionato internamente Rafał. Contattato da Eurovisionary per una intervista via zoom, Rafał ha parlato di come l’emittente polacca ha scelto lui, anziché riproporre Alicja e di altri argomenti.

Da quel che è stato detto a lui, ad Alicja era stato chiesto di presentare altri pezzi per il 2021, ma la cantante avrebbe presentato solo ballate, nonostante la rete televisiva avesse espressamente spiegato che volevano una canzone uptempo. A questo punto l’emittente si sarebbe rivolta a Rafał e ad altri cantanti, chiedendo se avessero una canzone adatta, e lui ha proposto The Ride.

Rafał ha dichiarato che non si aspettava di essere selezionato, ma quando lo hanno informato che questa era proprio il tipo di canzone che l’emittente stava cercando, ne è stato molto felice. Ciò ha anche comportato un grande ammontare di lavoro, soprattutto per preparare il video della canzone.

La canzone in un certo senso parla della vita e delle occasioni che ci dà, ma anche delle relazioni e della necessità di correre la propria vita al massimo, cercando sempre di raggiungere qualche obiettivo. Si tratta anche della prima canzone in inglese per il cantante, che finora aveva sempre cantato solo in Polacco.

Rafał ha alle spalle una lunga carriera da musicista, prima di sfondare come solista grazie a The Voice of Poland. Da allora, ha spaziato dal pop al jazz, alla musica retrò degli anni ’60, ’70 e ’80. Come musicista suona il pianoforte, ma anche chitarra, basso, batteria e fisarmonica.

Sull’Eurovision Song Contest, Rafał ha le idee molto chiare: secondo lui (e noi non possiamo che essere d’accordo) non è sempre necessario puntare alla vittoria, portando la miglior canzone possibile. L’Eurovision è principalmente una occasione per i cantanti di farsi conoscere oltre i confini della propria nazione. Inoltre, non è possibile prevedere in anticipo quale genere di canzone vincerà, come ci dimostra la storia dei brani vincenti, anche di recente. Per gli artisti è già importante portare una canzone che piaccia al pubblico.

Nel 2017 Rafał aveva già tentato di rappresentare la Polonia all’ESC, ma era arrivato secondo, dopo Kasia Mos, col brano Sky Over Europe, che aveva un forte connotato politico e parlava della condizione degli immigrati in Europa.

Rafał ha anche condotto l’edizione 2020 del Junior Eurovision Song Contest, che è stato completamente condotto con collegamenti, senza pubblico né cantanti in studio. Nell’intervista, il cantante sottolinea come l’assenza del pubblico e la difficoltà delle comunicazioni a distanza avesse un impatto negativo sugli interpreti, i quali si sentivano molto più sotto pressione.

Riguardo la performance, aspettiamoci di vedere una performance energetica con ballerini, neon, colori vibranti e occhiali da sole. Rafał si esibirà per sesto nella sua semifinale, e sei è proprio il suo numero fortunato. Basterà questo ad assicurargli un posto in finale?

Cosa ne pensate? Sarà davvero andata come dice Rafał? Fatecelo sapere con un commento sui nostri social!

error: