Foto: EBU / Corinne Cumming

Regno Unito: Sam Ryder in concerto. Lo abbiamo visto per voi

È arrivato secondo all’Eurovision Song Contest 2022, è il preferito di Malgioglio ed un vero fenomeno nel Regno Unito. Parliamo di Sam Ryder.

Siamo stati per voi al suo concerto di Bruxelles, parte del suo “There’s nothing but space, man! Tour”.

Vi ricordiamo che tra qualche giorno (per l’esattezza il 6 novembre) sarà al Circolo Magnolia a Segrate (Milano).

Una scommessa quella di andare in tour con all’attivo solo pochi singoli pubblicati ed un album in arrivo il 18 novembre. Scommessa però vinta.

Sam è disponibile e si ferma a fare foto e chiacchierare con tutti i fan prima che la sua “spalla” salga sul palco. Spalla che per questo tour europeo è Kings Elliott, artista britannico-elvetica che non era sfuggita al nostro cacciatore di talenti Ivan. La trovate infatti in una delle nostre puntate di “EuroMercato 2022-2023”, ovvero gli artisti emergenti che meriterebbero un posto al prossimo Eurovision.

Ma torniamo a Sam Ryder. Chi lo ha scoperto su TikTok durante la pandemia e poi se l’è ritrovato ad Eurovision temeva potesse essere una sonora fregatura. I tempi per l’editing sui social permettevano di fare mille video prima di avere l’intonazione giusta.

In questo concerto, invece, Sam ci regala una buona ora di virtuosismi. Una vocalità pazzesca unita ad una mimica facciale trascinante.


Nell’insieme è proprio “SPACE MAN” a risultare quasi la traccia più sottotono dell’intero concerto. C’è spazio per “Tiny Riot” (in assoluto il suo singolo più riuscito), “More” e “Whirlwind”, ma anche per le nuove tracce “Deep Blue Doubt”, “Put a Light on Me” e “All the way Over”.

Ci delizia anche con un medley delle tante canzoni che ha registrato dal salotto di casa durante il lockdown.

In assoluto però quello che colpisce di Sam è la sua totale devozione verso il pubblico, metterlo sempre al centro della narrazione e interagire più che può. Si ha la sensazione di trovarsi nel salotto di un caro amico che si conosce da sempre.

Sicuramente un concerto da ripetere, almeno fino a quando le dimensioni delle sale saranno così ridotte. Perché il successo non tarderà ad arrivare nuovamente e spostare Sam in palasport più capienti.