© Mike van den Bos

Rotterdam 2021: alla scoperta della città che ospiterà l’Eurovision Song Contest

Questo articolo sulla città di Rotterdam era stato inizialmente scritto prima della scoppio della pandemia e della cancellazione dell’Eurovision 2020.
Molte cose sono cambiate da allora, e molte sono ancora le sfide che stiamo affrontando e che dovremo affrontare. Quest’anno l’Eurovision si farà, seppur con pubblico ridotto e con l’aiuto che la tecnologia ha da offrire. Ci sembra comunque giusto onorare questa città che si sta impegnando tanto, in un momento così difficile, per offrirci un buon show.

In questo articolo vi avevamo elencato i progetti e le iniziative che la città di Rotterdam ha più o meno attuato per rendere l’evento Eurovision più ecosostenibile, tecnologico e inclusivo che mai.

Immergiamoci ora, seppur virtualmente, in un viaggio alla scoperta delle bellezze di Rotterdam!

Cosa sapere sulla città 🇳🇱

Rotterdam è la seconda città più importante dei Paesi Bassi dopo Amsterdam, e si trova nella parte meridionale del paese. È la città con il più grande porto d’Europa. Similitudine che si lega al suo nome, il cui significato è “diga sul fiume Rotte”. Oltre al porto ha anche un numero enorme di ferrovie, strade e corsi d’acqua che le hanno dato il soprannome di “Gateway to Europe” (porta per l’Europa).

Purtroppo di ciò che era la città prima della Seconda Guerra Mondiale non è rimasto molto, a causa dei bombardamenti che la rasero al suolo. Ma dopo la guerra la città è stata completamente ricostruita, avvalendosi dei più famosi ed importanti architetti che le hanno permesso di ottenere il titolo di Città dell’Architettura.

Rotterdam è una città viva, ricca di arte, multiculturale, avveniristica, ecologica. Il prototipo della città perfetta. Visitarla significa scorgere il futuro dell’urbanistica e ammirare dal vivo le migliori progettazioni ingegneristiche al mondo.

Ahoy Arena 🏟️

© Rotterdam Ahoy

Partiamo dal fulcro dell’evento eurovisivo, ossia dove vedremo esibirsi gli artisti e dove si svolgeranno tutti i live show: l’Ahoy Arena. Il centro congressi e arena multifunzionale Ahoy è diviso in 3 sezioni:

  • The Beurs – & Evenementenhallen (fiera e hall per eventi)
  • Il Congres – & Vergadercentrum (centro conferenza e congressi)
  • l’Ahoy Arena

Il complesso è stato inaugurato nel 1950, mentre l’arena nel 1971. La struttura ha ricevuto vari riconoscimenti per le sue strutture d’acciaio; il design con cui è stato progettato prende ispirazione dall’acqua, con la struttura principale che ricorda la forma di una nave.

L’Ahoy Arena ha ospitato diversi eventi sportivi e musicali, come il Campionato Mondiale di Ginnastica Artistica nel 2010, il Campionato Europeo di pallavolo femminile nel 2015, l’MTV Europe Music Award nel 1997 e nel 2016, il JESC nel 2007 (evento che dà ai Paesi Bassi il primato insieme all’Ucraina, di aver ospitato nella stessa struttura, sia la versione senior dell’Eurovision che quella per ragazzi).

Il municipio di Rotterdam 🏛️

Rotterdam Town Hall Coolsingel - Free photo on Pixabay
© De Rooij Fotografie

Il municipio di Rotterdam, conosciuto anche come “City Hall”, è uno dei pochi edifici antichi dell’anteguerra ancora esistenti. Ultimato nel 1920, è sopravvissuto ai bombardamenti del 1940. La struttura merita di essere ammirata, poiché ricca di elementi scultorei. Ai lati dell’ingresso, ad esempio, ci sono le effigi del custode e del fisco, sopra invece c’è la statua della “Vergine della città”. La torre più alta ospita la statua dorata dell’Angelo della Pace. Non è possibile visitare l’interno dell’edificio, se non tramite tour guidati organizzati.

Lo Splash-Tour 💦


Già il nome ci piace! Se vi dicessimo che potete visitare in autobus il centro storico di Rotterdam ed un attimo dopo nello stesso mezzo navigare insieme alle altre imbarcazioni sul fiume Maas?

Sembra impossibile, ma è così! Sono autobus particolari, dotati di ruote per viaggiare sulle strade come un normale autobus, ma hanno anche dispositivi per poter navigare nelle acqua come una barca. Da non crederci!

MiniWorld di Rotterdam 🏙️

Biglietti per Miniworld Rotterdam - Rotterdam | Tiqets.com
Foto: tiqets.com

Il MiniWorld di Rotterdam è il più grande mondo in miniatura al chiuso del Benelux. Il porto, lo zoo, e molti edifici storici ad oggi scomparsi del periodo dell’anteguerra sono riprodotti con dovizia di particolari; inoltre un’incredibile effetto di illuminazione riproduce perfettamente l’alba, il tramonto e la notte sulla città in miniatura rendendola ancora più verosimile.

Lo zoo di Rotterdam 🐘

Zoo di Rotterdam - Holland.com
Foto: holland.com
The Netherlands' largest solar power plant • Rotterdam. Make it Happen.
Foto: rotterdammakeithappen.nl

Il Diergaarde Blijdorp è uno degli zoo più belli di tutti i Paesi Bassi. Istituito nel 1857, è stato progettato nella versione moderna dall’architetto Sybold van Ravesteyn, che progettò un numero minimo di inferriate e steccati prediligendo gli ampi spazi rendendo lo zoo un vero e proprio monumento nazionale, dichiarato nel 2004, ed esempio unico al mondo.

All’interno possiamo visitare in poche ore la savana africana, la barriera corallina australiana, l’Oceanium dove ci si ritrova a pochi passi dagli squali, la Tana delle Tigri, la giungla amazzonica e persino un giardino cinese!

Lo zoo presenta anche molto specie rare come la cicogna bianca, il lupo gatto selvatico e le famose zebre. Lo zoo, oltre ad essere etico, attua programmi di riproduzione per salvare le specie a rischio estinzione, come ad esempio il Panda minore.

Salvo precauzioni e provvedimenti Covid, si può prenotare una visita guidata per ammirare lo zoo dopo l’orario di chiusura e per fare così un’esperienza diversa che vi permetterà di osservare gli animali in una versione più “intima”.

La torre Euromast 🗼

pink flowers
© Micheile Henderson
Gemeenteraad Rotterdam stemt in met omstreden bouwplan bij Euromast - NRC
Foto: NRC

Con tutte queste opere architettoniche strabilianti, perchè non salire su una di esse?

L’Euromast è la scelta giusta per chi ama godersi le viste spettacolari. Infatti è una delle torri più alte dei Paesi Bassi, e la più alta (includendo l’antenna) di Rotterdam. Progettata nel 1960 con un’altezza di 186 metri, una volta arrivati in cima tramite ascensore si possono scorgere paesaggi fino a 80 km di distanza quando il cielo è limpido, e persino la città di Anversa. A 100 metri di altezza c’è anche un ristorante, dove potrete fare una pausa e concedervi un pranzo oppure un brunch. Si può persino pernottare prenotando una delle suite disponibili all’interno della torre, per godersi appieno dall’alto la notte o l’alba.

I più temerari possono prenotare una discesa in corda doppia, oppure la “traversata tirolese”, con la quale si scende dalla torre camminando in verticale sulla sua facciata esterna o in diagonale, raggiungendo la velocità di 100 km all’ora.

L’Europoort e il Museo Marittimo 🚢

blue and red cargo ship on dock during night time
© Andrey Sharpilo

Non si può visitare la città “portale d’Europa” con il porto più grande d’Europa senza visitare… il porto!

La flotta Spido offre battelli turistici per ammirare attraverso il fiume Mosa edifici, ponti, infrastrutture portuali sopravvissute alla guerra, cantieri navali storici, il piroscafo Rotterdam (ex nave ammiraglia della Rotterdam America Line) e gli edifici celebri come la torre Euromast e il “Cigno”, ovvero il ponte Erasmus.

Il Museo Marittimo è uno dei più grandi al mondo nel suo genere, con una vasta collezione di cartografia, cimeli marittimi e artistici. Inoltre, fa parte del museo anche l’Haven Museum, che ha la particolarità di essere posto su una chiatta.

Il ponte Erasmusbrug 🌉

Erasmusbrug - Bridge in Rotterdam - Thousand Wonders
© Gerald Stolk

Il ponte Erasmus ha una forma e una struttura stupefacenti. Realizzato in acciaio azzurro, presenta un singolo pilone e 40 cavi di sospensione in acciaio che creano una sorta di design dalla cui forma è nato il soprannome con il quale molti residenti la definiscono: il Cigno.

Lungo ben 800 metri, raggiunge nel punto più alto i 139 metri. Progettato da Ben van Berkel, è stato inaugurato nel 1996 dalla Regina Beatrice.

Il ponte attraversa il fiume Maas e collega la parte settentrionale e il suo centro storico con la parte meridionale del nuovo quartiere direzionale Kop Van Zuid.

Le case cubiche di Piet Blom e il mercato coperto Markthal 🏘️

yellow concrete building
© Richard Ciraulo
Markthal: kleurenexplosie in Rotterdam — Architectuurfotograaf | Rotterdam,  Nederland, Kunstwerk
Foto: architectuurfotograaf.nl

Le case di Piet Blom hanno una forma di cubo rovesciato, e nell’insieme rappresentano “degli alberi in un bosco”. Se le avete viste già altrove non siete in errore: la struttura è stata riprodotta anche in altri paesi del mondo, come ad esempio in alcune città del Canada. Una casa è aperta al pubblico, così da provare di persona come si vive in una casa cubica!

Con i suoi 100 venditori, 15 negozi e 8 ristoranti fare un giro al mercato coperto di Rotterdam è una vera e propria esperienza! Odori e colori che si susseguono e cibi che spaziano dal pesce al pollame e addirittura piante e fiori. Aperto praticamente tutti i giorni, tutto il giorno, non potete farvi sfuggire la vista alle tante prelibatezze presenti e semmai degustarle in uno dei ristoranti presenti. Il Markthal è un’opera architettonica costruita nel 2009 che presenta una grande facciata grigia semicircolare e una grande sezione di vetrate che si affaccia sul cortile circostante. L’interno presenta alcune opere d’arte di Arno Coenen.  

Il museo Kunsthal e il museo Boijmans 🖼️

Kunsthal Rotterdam by night, foto Ossip van Duivenbode
Foto: Kunsthal.nl

Il museo Kunsthal, realizzato da Rem KoolHaas, presenta elementi di design creati con materiali insoliti come la plastica corrugata, il cemento grezzo e i tronchi d’albero. Inaugurato nel 1992, il museo è considerato un’opera a sé stante e icona dell’architettura contemporanea. La struttura a forma di cubo presenta 7 spazi espositivi, ed una galleria principale che sembra galleggiare sulla strada. Sul tetto sporge una trave arancione in acciaio. Il museo non ha una propria collezione, ma ospita circa 20 mostre all’anno toccando le varie forme d’arte dalla fotografia alla scultura.

Se volete invece ammirare le opere olandesi più famose al mondo dovete passare per il Museo Boijmans con le sue collezioni di dipinti e sculture degli artisti più famosi, come Van Gogh, Monet, Rembrandt, Rubens, ecc.

Il Witte Huis 🏰

Het Witte Huis - Rotterdam - CitySpotters
Foto: cityspotters.com

Il Witte Huis (la casa bianca) è un patrimonio Unesco alto 43 metri. Costruito 1 metro sopra al livello del mare, con 1000 pali impiantati nel terreno a sorreggere l’edificio, risale al 1898 e fu progettato da Willem Molenbroe in stile art nouveau. I materiali utilizzati furono ferro, acciaio e calcestruzzo. Primo “grattacielo” d’Europa, il Witte Huis è tra i pochi edifici di Rotterdam sopravvissuti ai bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale.

Chiesa di San Lorenzo ⛪️

Chiesa di San Lorenzo (Rotterdam) - Wikipedia
© Johan Bakker

La chiesa Grande o chiesa di San Lorenzo è l’unico edificio medievale sopravvissuto di Rotterdam. La Chiesa protestante, costruita nel 1449 e ultimata solo nel 1525 (con la torre che venne terminata soltanto nel 1655), ha subito negli anni modifiche e aggiunte che hanno fatto si che il risultato finale sia quello di una chiesa in stile gotico con una torre in stile neoclassico. Si narra che contribuendo alla costruzione della torre con 3000 mattoni si poteva comprare la cittadinanza di Rotterdam.

La chiesa si trova nel centro storico della città, vicino al museo Marittimo e il ponte Erasmus. Nel 1500 la parte del coro è stata decorata con vetrate raffigurante San Lorenzo, l’organo a canne è a trazione meccanica. Gli interni della chiesa presentano archi decorati, alte soffitti a volte, decorazioni religiose e rilievi in pietra, altari dedicati a San Martino e al vescovo Villibrordo.


Ecco tutto, speriamo di avervi dato una panoramica completa di ciò che la città di Rotterdam ha da offrire, con la speranza di poterla visitare al più presto!

error: