• Home
  • Eurovision
  • Unisciti a noi
  • About

In questi giorni che precedono la messa in onda di Eurovision: Europe Shine A Light abbiamo avuto modo di contattare Alessandro Capicchioni, Capo Delegazione di San Marino, e fare due chiacchiere con lui.

L’intervista 💬

Abbiamo seguito con passione quello che abbiamo chiamato il Diodato-gate (la sua partecipazione a #HugForESC2020) e vorremmo sapere se voi di San Marino in qualche modo avete seguito quello che è successo? 

La catena #HugForESC2020 nasce da un’idea di Ersin Parlak, già capo stampa per San Marino all’Eurovision 2018, che l’ha regalata a Senhit con molto affetto. Subito è parsa una buona idea a tutti noi del team San Marino/Eurovision. Personalmente non ho seguito tutte le fasi che sono effettivamente in mano ai nostri collaboratori. Certo, Antonio [Diodato, ndr] è un artista molto amato e molto seguito – penso a tutto l’affetto che gli ha dimostrato il fan club OGAE Italy – si nota tutto quello che fa e dunque è comprensibile che non vedendolo arrivare ci si sia affrettati a continuare la catena. Non biasimo i ragazzi, il loro intento era di arrivare a chiuderla entro il 16 Maggio e avevano fretta. Sai, non è per niente facile gestire una catena come questa: contattare gli Head of Delegations, i tempi tecnici, le difficoltà oggettive imposte dall’emergenza sanitaria, il numero di paesi da gestire. Insomma, un lavoro vero e proprio. Ma poi Antonio è arrivato ed è subito ripartito tutto. Lo voglio ringraziare qui pubblicamente e chiedergli scusa per avergli messo fretta. A proposito, peccato proprio per la cancellazione dell’Eurovision, per me era veramente il favorito alla vittoria! Pezzo stupendo e interpretazione superba.

Stiamo seguendo attentamente Senhit e dobbiamo dire che fino ad ora non ha sbagliato una mossa. La coreografia, l’abbraccio virtuale e qualche giorno fa la sua versione di Insieme: 1992. Che strategia avete preparato con lei? 

Grazie! Merito del team Senhit costruito per Rotterdam. Personalmente sono contentissimo di come stia andando questo forzato dopo festival. Seguo un po’ da lontano la preparazione per cui vedo il tutto più oggettivamente di chi invece è coinvolto in prima persona nell’elaborazione e nella produzione di tutte le iniziative. Devo dire che sono perfettamente d’accordo con te. Sta passando un messaggio piacevole, un’alternativa ai tempi che viviamo. 

Come state vivendo voi e lei questa situazione particolare con l’evento cancellato? 

Guarda, per me la cancellazione si poteva evitare. Hanno agito non tenendo conto come priorità il bene dell’Eurovision. Questo è quello che penso. E mi fermo qui.

Cosa avete in cantiere per la promozione e la performance a Rotterdam? 

Purtroppo c’è una vecchia regola eurovisiva che dice che un’idea non sfruttata la si tiene segreta perché non sai mai se ti può servire di nuovo… 

Possiamo aspettarci di vedere Senhit anche nel 2021?

Seguiamo San Marino RTV, al momento non mi hanno detto niente. 😇

Cosa ne pensa di Europe: Shine a Light e come lo state preparando? 

Ci aspettavamo qualcosa di diverso. Sabato 16 maggio ripeteremo il segnale di Rai 1. Mi sembra si sia capito che il nostro direttore [Carlo Romeo, ndr] preferiva di gran lunga un altro formato a quello previsto dagli olandesi. E così ha fatto. Ma attenzione, anche noi abbiamo in serbo qualcosa, rimanete sintonizzati su San Marino RTV e domani ne saprete di più.

Parlando di organizzazione olandese, molti fan ancora aspettano info sui loro biglietti. Voi delegazioni siete in una situazione simile? Come vi state interfacciando con l’organizzazione locale e l’EBU?

L’organizzazione dello show prometteva di rispettare lo standard produttivo di sempre, questo devo dirlo. Per il resto, l’eleganza mi impone un no comment.

Se la situazione sanitaria mondiale non dovesse migliorare nei prossimi mesi e ci trovassimo nella situazione di ripensare l’Eurovision Song Contest, voi cosa proporrete? 

L’ESC nasce come show televisivo e la televisione non si ferma mai. Abbiamo imparato a convivere con questa emergenza, impareremo anche a cambiare l’Eurovision se dovesse essere necessario. Magari però lasciamo questo discorso per tempi futuri, che speriamo non arrivino mai.

Grazie ancora ad Alessandro Capicchioni per la sua disponibilità e non ci rimane che seguire le news di San Marino RTV domani 9 maggio.

error: