• Home
  • Eurovision
  • Unisciti a noi
  • About

Sanremo 2020: conosciamo meglio i cantanti in gara | Parte 2

Dopo la presentazione dei primi dodici artisti nell’articolo precedente (che potete rileggere cliccando qui), ecco i restanti dodici artisti della 70ª edizione del Festival di Sanremo.

Elettra Lamborghini

Elettra Lamborghini è al debutto assoluto al Festival (chi l’avrebbe mai detto che potesse partecipare ?) con il brano raggaeton “Musica (ed il resto scompare)”. Da lei ci si aspetta sicuramente qualcosa di nuovo, moderno e mai visto prima d’ora sul palco dell’Ariston (ma che su quello dell’Eurovision conosciamo più che bene).

Marco Masini

Marco Masini torna a Sanremo e tenta di farlo da protagonista con un classico brano di quelli suoi dal titolo “Il confronto”, una sorta di canto a se stesso, in un percorso di vita che lo ha sicuramente cambiato tra il Marco di ieri e quello di oggi. Avrà sicuramente le sue possibilità per arrivare in alto, sorprese permettendo.

Michele Zarrillo

Dopo un grande autore eccone un altro, si tratta di Michele Zarrillo, che torna al festival cercando di far vedere e sentire un nuovo modo di fare musica. “Nell’estasi o nel fango” sembra essere un pezzo diverso almeno sotto il profilo musicale, pur restando federe alla sua penna, al suo modo di scrivere, alla sua cifra autorale che tutti conosciamo.

Junior Cally

Junior Cally, nonostante le polemiche della scorsa settimana (di cui magari vi parleremo in un articolo dedicato) dovrebbe salire sul palco con il brano “No grazie”, in cui dal testo traspare anche una citazione riguardante i due Matteo più famosi della politica italiana (c’è davvero bisogno di dirvi di chi si tratta?).

Paolo Jannacci

Paolo Jannacci è al debutto assoluto a Sanremo e lo fa con “Voglio parlarti adesso”, un brano che parla del progressivo allontanamento tra un genitore ed un figlio, ma nonostante questo fisiologico momento della vita narra di come un padre resterà sempre e comunque al suo fianco.

Piero Pelù

Piero Pelù, nonostante la sua lunga carriera, è anche lui al debutto assoluto al Festival di Sanremo con “Gigante”, un brano che racconta di chi arriva al mondo per la prima volta, ma anche di chi vuole ripartire da zero, di una rinascita appunto, di una nuova occasione di riscatto. Il tutto condito dalla musica rock tipica del rocker toscano.

Pinguini Tattici Nucleari

Anche per i Pinguini Tattici Nucleari si tratta della prima volta sul palco dell’Ariston, e nonostante siano praticamente sconosciuti ai più, sono tra i favoriti per la vittoria finale (o comunque per essere una delle sorprese di questa edizione). Con “Ringo Starr” vogliono far conoscere al grande pubblico il loro indie-pop.

Rancore

Rancore invece non è al debutto assoluto, l’artista ha infatti partecipato assieme a Daniele Silvestri già nel 2019. Quest’anno sarà da solo e ci presenterà “Eden”. Il rapper romano di origini egiziane (se dovesse vincere prepariamoci ad un insurrezione dei fanatici del #primaglitaliani, ogni riferimento politico è puramente casuale) ha sicuramente le carte in regole per ben figurare in questo festival.

Raphael Gualazzi

Raphael Gualazzi, che noi tutti conosciamo per essere stato colui che ha segnato il ritorno dell’Italia all’Eurovision, ci riprova a tornare alla ribalta con il variopinto “Carioca”, brano dalle sfumature jazz condito dall’allegria sudamericana. Quale sarà il risultato finale?

Riccardo Marcuzzo aka Riki

Ed ecco Riccardo Marcuzzo (e molti di voi diranno…CHIIIIII?), Riki! (e ancora…CHIIIII?), un tizio che ha partecipato ad Amici qualche anno fa (aaaaaah!). Il brano con il quale gareggerà si chiama “Lo sappiamo entrambi” e molto probabilmente tratterà d’amore per adolescenti con gli occhi a cuoricino, pertanto prepariamoci ad una valanga di voti al televoto per lui (ma proprio parecchi). Detto questo, non sorprendetevi troppo di vederlo in alto in classifica.

Riki Valeria, RIKI!

Rita Pavone

Ed ecco sicuramente uno dei nomi più roboanti di questa edizione, Rita Pavone! “Niente (Resilienza ’74)” è il titolo del suo brano. Che piaccia o no è sicuramente l’artista più navigata e che ha fatto la storia presente in questo Festival. Ha partecipato a quattro edizioni, l’ultima datata 1972, dove però non giunse alla serata finale.

Tosca

Ed infine una delle artiste che meriterebbe sicuramente più successo nel panorama musicale italiano: si tratta di Tosca, forse in molti non se lo ricordano, ma nel 1996 vinse il festival al fianco di Ron con “Vorrei incontrarti fra cent’anni”. Quest’anno è a Sanremo con “Ho amato tutto” e dalle prime impressioni dei giornalisti che hanno già ascoltato la canzone si tratta di un gran pezzo!

Bene, non ci resta che attendere martedì allora! Noi di Eurovision IN saremo pronti a commentare con voi tutte le serate del festival in live session sul nostro account Twitter e con articoli dedicati per ogni serata del 70º Festival, perchè lo seguirete con noi, vero?

Buon Sanremo 2020!

error: